A Salsomaggiore, dove è in corso l’ultima fase della Coppa Italia 2015, si sono conclusi i quarti di finale.

La serie Men per un attimo ha rischiato di stupire: a sedici mani dalla fine, in tre incontri (Angelini-Johansson, Fornaciari-Failla e Lanzarotti-Chizzoli) il divario fra le contendenti era inferiore a quattro imp, mentre nel quarto (Garzi-Lavazza) di tredici imp.

Al tavolo dei campioni in carica, SSD Angelini Bridge – Bove (Ercole Bove cng, Francesco Angelini, Leonardo Cima, Valerio Giubilo, Lorenzo Lauria, Federico Primavera, Antonio Sementa, Mustafa Cem Tokay, Alfredo Versace), Monza Bridge – Johansson (Jan Ove Johansson, Matteo Baldi, Massimo Cossutta, Daniele Meregaglia, Francesco Murgia, Francesco Ottavio Muzzin) ha resistito pervicacemente per gran parte del suo incontro con i favoriti: a otto mani dalla fine era addirittura in leggero vantaggio. A quel punto, però, la squadra Angelini ha reagito. Allineando una serie impressionante di swing nelle mani successive, si è portata in vantaggio, fino a vincere 146-104. Alla rappresentativa di Monza rimane la soddisfazione di una gloriosa resistenza e forse un piccolo rimpianto perché mai era andata così vicina a scalfire i colossi.

Bridge Reggio Emilia – Fornaciari (Ezio Fornaciari, Giovanni Donati, Alessandro Gandoglia, Giuliano Mattioli, Giacomo Percario, Luca Silingardi) ha incontrato Etna Bridge SSD – Failla (Giuseppe Failla, Dario Attanasio, Mario D’Avossa, Luca De Michelis, Massimiliano Di Franco).Prima dell’ultimo segmento, un solo imp di differenza (a favore di Failla) divideva le due squadre. Fornaciari si è subito portata avanti, allargando il divario con le prime otto mani, dopo le quali è scattato il buon recupero di Failla, che però non è riuscita a ritrovare il vantaggio. L’incontro si è risolto per 120-111 a favore di Fornaciari. Continua così il percorso della squadra con le promesse più giovani (Donati, Gandoglia e Percario sono under 25).

SSD Angelini Bridge – Bove e Bridge Reggio Emilia – Fornaciari sono avversarie in semifinale.

L’impressionante recupero di Fanfulla Bridge – Chizzoli (Paolo Chizzoli, Franco Baroni, Alfredo Canepa, Franco De Giacomi, Giovanni Gioia, Marco Ricciarelli) nel secondo dei tre segmenti ha riaperto il match fra la rappresentativa e Bridge Breno – Lanzarotti (Massimo Lanzarotti, Arrigo Franchi, Benito Garozzo, Andrea Manno, Romain Zaleski). Nell’ultimo segmento, tuttavia, Lanzarotti non ha lasciato spazio all’avversaria e l’incontro si è concluso 122-83 per la squadra di Breno.

Il Bridge – Lavazza (Maria Teresa Lavazza, Dennis Bilde, Norberto Bocchi, Giorgio Duboin, Fabrizio Hugony, Agustin Madala, Francesco Saverio Vinci), medaglia d’argento nella scorsa edizione in formazione rivisitata, ha incontrato Bridge Tennis Club Perugia – Garzi (Fabio Garzi, Roberto Bacoccoli, Lorendo Berrettini, Bernando Biondo, Claudio Lilli, Francesco Mazzadi, Leonardo Sacchi, Marziliano Urbani). Come anticipato, prima del terzo segmento il distacco fra le due formazioni era di 13 imp, a favore di Lavazza: un vantaggio ancora recuperabile nonostante il calibro dei giocatori schierati a difenderlo. Le ultime sedici mani hanno però, da subito messo fine alle speranze di Garzi: la squadra dei neocampioni d’Europa era inarrestabile e ha prevalso per 175-73 in totale.

Bridge Breno – Lanzarotti e Il Bridge – Lavazza si stanno affrontando in semifinale.

I quarti di finale della serie Women hanno visto l’uscita di scena di una delle formazioni favorite: la detentrice del titolo TOP ONE – Nardullo (Ennio Nardullo cng, Monica Aghemo, Gianna Arrigoni, Monica Buratti, Debora Campagnano, Margherita Chavarria, Antonella Novo, Giuliana Pederzoli, Francesca Piscitelli), per mano di Bridge EUR SSD – Bettiol (Fabrizia Bettiol, Giusy Bernabei, Anna Brucculeri, Ornella Cambon, Stefania Casale, Rita Marzano, Daniela Policicchio, Nicla Tessitore). TOP ONE conduceva dopo il primo tempo (+14), divario rimasto inalterato al termine del secondo segmento. La svolta è arrivata nel terzo turno, quando il buon gioco di Bridge EUR e alcune sfortunate decisioni di TOP ONE hanno registrato un parziale a netto favore della squadra romana, che ha vinto l’incontro 124-106.

Il match fra Associato Allegra – Tamburelli (Rosa Maria Tamburelli, Claudia Castignani, Eleonora Duboin, Caterina Ferlazzo, Marina Levoni, Gabriella Manara, Elena Ruscalla) e C.lo Resegone – Pozzi (Giulia Pozzi, Federica Brambilla, Laura Consonni, Barbara Dessì, Angela Dossena, Cristiana Morgantini) si è concluso a favore della seconda rappresentativa per 93-126.

Bridge EUR SSD – Bettiol sta affrontando C.lo Resegone – Pozzi in semifinale.

Bridge Reggio Emilia – Fornaciari (Ezio Fornaciari cng, Irene Baroni, Magherita Costa, Carla Gianardi, Cristina Golin, Chiara Martellini, Silvia Martellini, Annaelisa Rosetta, Marilina Vanuzzi) ha affrontato Treviso Bridge – Baietto (Laura Baietto, Fiorenza Bellussi, Teresa Dal Ben, Maria De Goetzen, Francesca Di Lembo, Alessandra Manganella). La squadra veneta non è riuscita a frenare l’avanzata di Fornaciari, che ha prevalso per 196-40.

Infine, Bridge Bologna – Mantovani (Annarita Gibertoni, Dolores Giuliani, Tiziana Magelli, Monica Mainoldi, Marina Mantovani, Simonetta Paoluzi, Ilaria Saccavini) ha incontrato Padova Bridge – De Lucchi (Daniela Baldassin, Elena Bortolotto, Patrizia De Lucchi, Maria Teresa Generali, Alessandra Urbani, Tiziana Viola, Francesca Zanuso). La rappresentativa padovana era in vantaggio dopo il primo turno (+32) ma Mantovani nel secondo segmento ha colmato il divario, si è portata avanti e ha ribaltato il distacco. Prevalendo anche nel terzo tempo si è definitivamente aggiudicata l’accesso alla semifinale, per 106-54.

Bridge Reggio Emilia – Fornaciari e Bridge Bologna – Mantovani si stanno incontrando in semifinale.

Nella Coppa Italia di seconda, terza, quarta categoria ed NC le rappresentative che hanno conquistato l’accesso alla semifinale hanno tutte vinto i loro incontri con importante distacco.

Monza Bridge – Mussetti (Ettore Mussetti cng, Roberto Airaghi, Stefano Bertorelli, Giovanbattista Gualtieri, Renato Muneratti, Massimo Stevanazzi, Luca Tirelli) ha prevalso su San Piero a grado Bridge – Zampieri (Alberto Zampieri cng, Andrea Beltrami, Giovanni Bernardini, Alessandro Cioli, Luca Covassin, Enrico Giovannini, Antonio Saikali, Alessandro Sardegnoli) per 123-45. La rappresentativa sta incontrando in semifinale Bridge Savona Vanara (Paolo Vanara, Renato Allegra, Renato Bertello, Giovanni Grappiolo, Carmelo Pennestri, Giovanni Salomone), che ha vinto il suo match con Mondello Bridge Sortino (Gaetano Sortino, Tommaso Ardizzone, Giuseppe Casamento, Pietro Cosentino, Guido Giacalone) per 127-74.

Siena Bridge (Stefano Fedi, Duccio Fineschi, Duccio Geronimi, Claudio Marini, Domenico Smorto) ha avuto la meglio su Arcadia Benbridge SSD – Sacco (Silvia Sacco, Giulia Catena, Filippo Cavallari, Alessandro Coglitore, Giovanni Capretti, Enzo Livrieri, Andrea Rosalba, Nicola Vitacolonna) per 123-79. Ora sta giocando la sua semifinale con Bridge Farnese Piacenza – Galluccio (Michele Galluccio, Monica Bolzoni, Simonetta Lorenzon, Paolo Magistrati, Luigi Parmigiani, Andrea Zurla), che ha prevalso su Bridge Lucca-Barra (Valerio Barra cng, Claudia Del Faloppio, Sergio Giannessi, Tommaso Nelli, Debora Paternesi, Marinella Petrocchi, Stefania Vinciguerra) per 161-64.