Avviata la fase finale della Coppa Italia, domani sarà la volta del Campionato Italiano a Coppie IMP, quest’anno alla sua terza edizione. Sono oltre un centinaio i tavoli allestiti fra gli affreschi delle sale del piano terra del Palazzo dei Congressi, la sede Liberty-Dèco dove domenica per due volte suonerà l’inno nazionale. Coppa e Campionato sono gemellati: come già per altre specialità della Coppa Italia, i giocatori eliminati dalla gare a squadre potranno entrare nel Coppie IMP. Tre sessioni di qualificazione prepareranno l’accesso alla fase finale: le prime trenta qualificate continueranno a contendersi un gradino del podio e il titolo nazionale (le altre proseguiranno comunque il Campionato negli altri gironi). Anche quest’anno il calcolo dei punteggi sarà di tipo “across the field” (per i dettagli rimandiamo al bando di gara), lo stesso metodo che viene impiegato in prestigiose gare internazionali. Nel 2014 fu vinto dall’esperienza di Ezio Fornaciari unita al giovanissimo talento di Giovanni Donati, a cui quella gara è sicuramente rimasta nel cuore: era il suo primo oro al di fuori della categoria under 26. Quest’anno ne sono arrivati altri due, insieme a un titolo mondiale giovanile.