L'Esperto risponde

utenteCiao Maurizio,
sono Adamo,
associazione Bridge Bologna Rastignano.
Solito quesito arbitrale, da inesperto.

Ecco il diagramma della mano e la dichiarazione:

La licita è andata come sopra descritta. Sono stato chiamato al tavolo, alla fine della mano, chiedendo se era regolare la licita di Est, con la terza di Picche dopo il Contro.
La mia decisione, che come insegni va sempre presa per l’una o per l’altra linea, è stata quella di convalidare il risultato, senza danneggiamento per la linea Nord/Sud.
Ho valutato naturale, anche se non sono d’accordo la licita di Est, visti gli onori maggiori contenuti. Conosco il giocatore in questione e non ritengo l’abbia fatto con dolo, probabilmente da altri giocatori con esperienza maggiore, o meglio, maggior malizia, mi sarei fatto più domande.
Ti disturbo perché mi è stato chiesto dalla linea Nord/Sud di interpellare qualcun altro, e tu sei ”l’Altro” per eccellenza.
Grazie

Maurizio Di Sacco

Caro Adamo,
non trovo niente di irregolare nella licita di Est, la quale ha avuto l’evidente scopo di segnalare una concentrazione di valori in una mano buona a base Quadri, ovvero valenza eminentemente tecnica.
Basti dire che dando ad Ovest l’Asso di Cuori al posto del Re, dieci prese a NT sarebbe di battuta (ed anche così, 3SA si fondano sulla posizione dell’CuoriA, e si realizzano se la difesa attacca, come possibile, a Picche).
Bisogna poi ricordare che anche in caso di psichica (ma vale la pena di ribadire che questa non è nemmeno una lontana parente) il risultato va cambiato solo se l’infrazione ha comportato un danno, inesistente nella circostanza.
Cordiali Saluti,
Maurizio Di Sacco