2015_Over60_SqMiste1Prima classificata Squadra Fornaciari: M. Buratti, C. Gianardi, E. Fornaciari, C. Mariani

Il primo titolo del Festival Over 60 2015, in corso a Riccione, è stato assegnato. Il Campionato a squadre miste è stato vinto dalla squadra Fornaciari, con Monica Buratti, Ezio Fornaciari, Carla Gianardi, Carlo Mariani e Isabella Persiani. A conquistare la medaglia d’argento è stata la formazione Tamburrini (Emanuela Fusari, Laura Luppi Morselli, Maurizio Pattacini, Cesare Tamburrini). Sul terzo gradino del podio sono invece saliti i precedenti detentori del titolo, la squadra Pratesi (Alberto Daini, Marzia Albertazzi, Giovanni Colonna Vivarelli, Giovanna Degli Albizzi, Gabriella Giuntini, Andrea Pratesi).

Le 67 rappresentative in gara al Palazzo del Turismo hanno disputato una prima fase di qualificazione, sei turni di swiss da otto mani ciascuno. Al termine, in base alla classifica, sono stati composti i gironi per la fase finale, articolata su due turni di danese puro. La squadra Fornaciari ha conquistato la cima della classifica dopo il quinto turno della fase di qualificazione, non lasciando mai la posizione. Conclusa la fase iniziale in testa, nel primo turno di finale ha affrontato Bertolacelli, e iniziato l’ultimo incontro non senza qualche brivido, perché solo frazioni di victory point, a quel punto, la separavano dalla seconda della classifica, Tamburrini. Il match finale fra le due squadre ha però confermato l’oro per la rappresentativa emiliana, presente come protagonista, in formazioni varie, in tutte le più importanti competizioni nazionali. Dopo aver riconquistato il titolo nel Societario femminile a squadre in giugno per Reggio Emilia, Fornaciari si riappropria così anche di quello del Campionato a squadre miste over 60, che mancava dalle sue bacheche dal 2011.

Francesca Canali

Festival Over 60 2015Seconda classificata squadra Tamburrini: L. Luppi, M. Pattacini, E. Fusari, C. Tamburrini

Festival Over 60 2015Teza classificata squadra Pratesi: A. Daini, M. Albertazzi, G. C. Vivarelli, G. Degli Albizzi, G. Giuntini, A. Pratesi