Logo FIGBCari Amici,
finalmente è conclusa positivamente l’annosa questione sull’obbligo del certificato medico per i nostri tesserati.
Il Ministero della Sanità, dopo ripetute sollecitazioni, ha emanato una nota esplicativa in cui chiarisce che “non sussiste obbligo di certificazione per chi esercita attività ludico-motoria”. E’ il risultato di una lunga battaglia a colpi di chiarimenti e petizioni che ha visto il Coni attivamente impegnato al nostro fianco per definire una soluzione.
Per quanto attiene l’attività non agonistica, il Ministero specifica che l’obbligo di certificato medico è relativo alle “persone fisiche tesserate” e nel dettaglio “esclusivamente i tesserati in Italia”.
A fronte di quanto emerso da tale nota, il Coni si è impegnato a diffondere precise indicazioni in merito entro la fine del prossimo mese di ottobre, specificando le modalità di distinzione tra le diverse tipologie di tesseramento così da mantenere l’obbligo di certificazione solo per i “tesserati che svolgono attività sportive regolamentate” escludendo coloro che invece “svolgono attività sportive che non comportano impegno fisico” e quelli che “non svolgono alcuna attività sportiva”.
Come sempre, non mancherò di aggiornarvi in tempo reale sull’emanazione delle indicazioni del Coni e su altri eventuali sviluppi.

Un caro saluto,
Gianni Medugno

Nota del Ministero della Sanità