Dopo la terza e ultima giornata della prima fase del Campionato Societario a Squadre di Prima, Seconda e Terza Serie siamo in grado di individuare per tutti i gironi quali Associazioni continueranno ad affrontarsi per il titolo di Campione d’Italia, per quali rappresentative il Campionato si interrompe qui, quali Associazioni sono state retrocesse e quali invece lotteranno per mantenere la serie o per essere promosse. Andiamo in particolare a vedere l’epilogo della fase locale nei gironi di Prima Serie Open e Femminile, rimandando all’apposita sezione del sito federale per i risultati di tutti gli altri incontri.

Squadre Open

Girone 1
La seconda giornata di gara aveva lasciato le quattro protagoniste (tutte a quota 8 punti) a guardarsi negli occhi come in un film di Sergio Leone. Nonostante la situazione di parità, la giornata si prospettava difficile soprattutto per Provincia Granda, impegnata a Reggio Emilia contro i padroni di casa, bronzo nella precedente edizione del Societario. La rappresentativa emiliana non ha concesso nulla ai piemontesi, che il prossimo anno dovranno ripartire alla conquista della prima serie (che avevano appena raggiunto). Nel frattempo, Idea Bridge Torino ha prevalso per 5-3 in casa su Padova Bridge.
Epilogo: Bridge Reggio Emilia e Idea Bridge Torino accedono alla finale nazionale; Padova Bridge mantiene la prima serie; Provincia Granda retrocede in seconda serie.

Girone 2
Bridge Bologna, che dopo le prime due giornate di gara si trovava in una precaria situazione di classifica, ha affrontato la giornata di sabato alla “Gonna fly now” (“Adesso bisogna volare”). Nel suo incontro con il Circolo di Bridge Firenze è riuscita a conquistare gli ultimi 8 punti a disposizione e a guadagnare così l’accesso alla fase finale. Bridge Val di Magra, argento nella scorsa edizione, ha prevalso sull’Associazione Bridge Pisa per 6-2, concludendo la sua regular season in cima al girone.
Epilogo: Ass. Bridge Val di Magra e Bridge Bologna accedono alla finale nazionale; Circolo del Bridge Firenze mantiene la prima serie; Ass. Bridge Pisa retrocede in seconda serie.

Girone 3
Il derby fra la ASD Tennis Roma e l’Associazione Bridge EUR S.S.D. A.R.L. si è risolto a favore della prima rappresentativa (6-2). L’esito del contemporaneo incontro fra Bridge Villa Fabbriche e Bridge Viterbo, finito 5-3 per l’Associazione toscana, ha determinato passaggi e retrocessioni.
Epilogo: La ASD Tennis Roma e Bridge Villa Fabbriche accedono alla finale nazionale; Bridge Viterbo mantiene la prima serie; Bridge EUR S.S.D. A.R.L. retrocede in seconda serie.

Girone 4
La S.S.D. Angelini, campionessa in carica del Societario, ha affrontato la ASD C.lo Tennis Palermo. Questo incontro era complessivamente poco influente, dal momento che la prima Associazione era già per punteggio matematicamente ai playoff e la seconda quasi irrimediabilmente in coda alla classifica. Le sorti del girone ruotavano quindi per lo più intorno al match fra Bridge Club Petrarca e Pescara Bridge. Petrarca avrebbe avuto bisogno di segnare almeno 6 punti per strappare all’avversaria l’accesso alla fase finale; l’incontro, però, si è risolto in un pareggio.
Epilogo: la S.S.D. Angelini Bridge S.R.L. e Pescara Bridge accedono alla finale nazionale; Bridge Club Petrarca mantiene la prima serie; ASD C.lo Tennis Palermo retrocede in seconda serie.

Squadre Femminili

Girone 1
Il derby dell’Emilia Romagna fra Bridge Reggio Emilia e Bridge Bologna si è concluso a favore della prima Associazione (6-2). Nel frattempo, Padova Bridge non è riuscita nell’improbabile impresa di segnare un punteggio pieno contro C.lo del Bridge Resegone e salvarsi (l’incontro è finito 6-2 per l’Associazione lombarda).
Epilogo: Bridge Reggio Emilia e C.lo Bridge Resegone accedono alla finale nazionale; Bridge Bologna mantiene la prima serie; Padova Bridge retrocede in seconda serie.

Girone 2
Il derby torinese fra TOP ONE, campionessa in carica, e l’Ass. Bridge Torino ha visto prevalere la prima rappresentativa per 6-2. Bridge Varese ha avuto la meglio su Spezia Bridge (5-3), e ha così conquistato, per un solo punto vittoria, il secondo biglietto disponibile per la finale nazionale.
Epilogo: TOP ONE e Bridge Varese accedono alla finale nazionale, Spezia Bridge mantiene la prima serie; Ass. Bridge Torino retrocede in seconda serie.

Girone 3
Aurelia Bridge Club ha vinto il suo incontro con Ankon Bridge (6-2) e con 14 punti classifica è risultata prima nel girone. Circolo Della Vela, in testa dopo la seconda giornata, ha avuto la peggio su Tennis Club Parioli (5-3); pertanto, pur avendo gli stessi punti partita, di fatto segue l’Associazione romana in classifica e per quest’anno dovrà accontentarsi di mantenere la serie.
Epilogo: Aurelia Bridge Club e Tennis Club Parioli accedono alla finale nazionale; Circolo della Vela mantiene la prima serie; Ankon Bridge retrocede in seconda serie.

Girone 4
L’incontro fra Bridge Ragusa e Bridge Catania non è stato disputato. D’altra parte il match sarebbe stato puramente simbolico, dal momento che Catania e Ragusa avevano già guadagnato matematicamente l’accesso ai playoff. A definire l’unica incognita del girone, ovvero la retrocessione, è stato l’incontro fra C. Bridge N. Ditto RC e Bridge Partenope, entrambe a zero punti dopo la seconda giornata, vinto dalla prima Associazione per 6-2.
Epilogo: Bridge Catania e Bridge Ragusa accedono alla finale nazionale; C. Bridge N. Ditto RC mantiene la prima serie; Bridge Partenope retrocede in seconda serie.