Articolo tratto e tradotto dal blog della piattaforma Bridge Big

Mark ThieleIl vincitore della “Bridge Big – World Cup” è Tieltje. Dietro a questo nick c’è Mark Thiele, olandese, 43 anni. Mark ha iniziato a giocare a Bridge a 22 anni, ispirato dalla vittoria della Nazionale olandese nella Bermuda Bowl del 1993 (A Santiago, Cile. La squadra era costituita da Wubbo de Boer, Piet Jansen, Enri Leufkens, Bauke Muller, Jan Westerhof, Berry Westra, ndt). Mark è ora un bridgista di buon livello e in Olanda gioca in prima serie. Di professione fa il programmatore, ha lavorato per diverse aziende e attualmente si occupa di database.

Abbiamo posto a Mark qualche domanda, a proposito del torneo e della sua esperienza sulla piattaforma Bridge Big.

Come ci si sente a essere il primo ad aver vinto la Bridge Big – World Cup?

La sensazione è strepitosa, la scarica di adrenalina che si prova subito dopo aver vinto è indescrivibile. Certo, il premio in denaro così cospicuo (8.000 Euro, ndt) è molto interessante, ma vincere un evento così prestigioso, con giocatori così forti, è stato meraviglioso soprattutto per la mia autostima.

Per partecipare al torneo hai pagato l’intera quota di iscrizione, 350 Euro. Perché non ha invece provato a qualificarti attraverso i tornei dei giorni precedenti?

Ne ho giocati un paio, ma i robot (nei tornei di qualificazione, ciascun giocatore faceva coppia con un robot, ovvero un software in grado di giocare a Bridge, ndt) a volte mi facevano impazzire 🙂

Bridge Big

Ci hanno detto che qualcuno ha pagato metà del tuo biglietto. Te ne penti ora?

Un mio amico ha voluto fare a metà, perché io volevo partecipare ma 350 Euro erano un po’ troppi, anche perché, dopo tutto, avrei potuto perdere dopo solo 8 mani (ogni 8 mani veniva eliminato il 30% dei giocatori, in base alla classifica. ndt). Di certo non me ne pento; come ho detto prima, vincere un torneo di livello così alto è stata la cosa più importante per me. Inoltre il mio amico ha dimostrato di avere grande fiducia in me e si merita proprio di averne guadagnato!

Secondo te, quanto è diverso il gioco su Bridge Big rispetto al Bridge “reale”? Utilizzi strategie diverse (ad esempio sei più aggressivo, cauto, ecc.)?

Il livello di gioco nella Bridge Big – World Cup era molto più alto di quello delle altre competizioni della piattaforma, dove talvolta le persone fanno giocate davvero strane (ad esempio ho notato che cercano di dichiarare il più possibile a Senza Atout, probabilmente perché pensano di giocare meglio). Fare il morto e vedere il livello di gioco delle volte è veramente frustrante. Come ho detto, il livello nella “World Cup” era parecchio buono… Dal canto mio, ho cercato di giocare semplicemente in modo “normale” e di non lasciarmi influenzare da un brutto risultato.

La principale differenza fra il gioco su Bridge Big e quello al tavolo reale è naturalmente l’interazione con gli altri giocatori. Su Bridge Big le persone non possono scambiarsi frasi durante la partita, e naturalmente ne capisco le ragioni, ma forse potrebbe essere una buona idea creare una specie di “lobby” dove ci si possa incontrare in chat… Diciamo un “Bridge Big Cafe.”

Puoi dare qualche consiglio ai giocatori di Bridge Big, in particolare ai neofiti?

Se dovessi dare un consiglio a un giocatore di Bridge gli direi: gioca normalmente, il Bridge non è un gioco d’azione.

Una mano dal torneo

Mark racconta cosa ha pensato dopo i due Passo e prima di mettere il suo “Contro assassino”:

All’inizio della dichiarazione, dopo il Passo del mio avversario di destra, sono Passato anche io. La mia mano aveva un grande potere difensivo, e a me piace aprire le 4441 o le 5440 con più punti di così. L’avversario di sinistra ha aperto 1Picche, seguito dal Passo del mio compagno. Alla mia destra è arrivato il 2SA, fit a Picche limite. Io sono Passato, e l’avversario di sinistra ha detto 3Picche. Passo, Passo e stava a me. Ho pensato che i punti dovessero essere equamente divisi fra le due linee e che i resti nei colori fossero mal divisi per la linea avversaria. Il risultato finale è stato 1 down, 85% per me.