L’ultima delle tre gare a Coppie del Festival di Montegrotto 2015 si è conclusa premiando due giocatori provenienti da lontano, addirittura da oltre il confine. Il Coppie Open è stato vinto da Rossen Gunev e Vladimir Mihov, entrambi di nazionalità bulgara e abituali frequentatori del Festival. Il nome di Gunev, in particolare, potrebbe risultarvi familiare: più volte lo abbiamo ritrovato nelle nostre cronache, in particolare quando si tratta di campionati internazionali misti, disciplina nella quale ha conquistato due ori europei. I nostri ospiti bulgari hanno vinto con il 63,57%.

Renato Allegra e Carmelo Pennestri, simpatici Bridgisti provenienti dal savonese, hanno conquistato invece il secondo posto. Un piccolo omaggio a Renato, accessibile solo ai lettori più attenti:

Meno Male! Mantenute Molte Manche, Meritatamente Metti Mitica Medaglia. Montegrotto Meravigliosa Meta.

(Per chi non ha colto: Renato Allegra è un appassionato di tautogrammi, componimenti in cui ogni parola inizia con la medesima lettera. Un esempio delle opere – molto migliori di questa! – di Renato in questo simpatico video, nonché sulla rivista cartacea Bridge d’Italia, che ha dedicato svariate pagine ai componimenti del Bridgista).

Allegra e Pennestri sono stati inseguiti da Gunev-Mihov durante tutta la prima sessione, sono stati superati durante la seconda e hanno concluso la gara con il (comunque ottimo) secondo posto, a oltre un punto percentuale dai primi, ma nettamente in vantaggio (3 punti percentuali) sulla coppia che è salita sul terzo gradino del podio.

Gradino che in un primo momento sembrava destinato a esporre una bandiera straniera, questa volta polacca, per mano di Apolinary Kowalski e Jerzy Russyan (giocatori celebri per i risultati conseguiti nella serie Senior a livello internazionale; in particolare, Kowalski ha vinto gli ultimi campionati mondiali a squadre senior, nell’ottobre 2014 alle World Bridge Series). Un intervento arbitrale nella mezz’ora post gara ha però spinto giù di svariate posizioni i polacchi, a beneficio di Eugenio Brunet e Renato Tognazzo, entrambi di Padova, che da quarti sono diventati terzi, tornando quindi nella posizione che occupavano dopo la prima sessione. La medaglia mancata dagli stranieri è così finita al collo di due giocatori “a kilometri zero”.

CLASSIFICA PRIMA SESSIONE
CLASSIFICA SECONDA SESSIONE
CLASSIFICA CUMULATA

Sono terminati i tornei a Coppie, ma i bidding box non sono certo stati richiusti: questa sera prenderà infatti il via la gara più importante, l’internazionale a Squadre. Il Festival di quest’anno sarà onorato dalla presenza di Campioni di livello assoluto. Oggi hanno infatti raggiunto Montegrotto e confermato la propria iscrizione Fulvio Fantoni e Claudio Nunes, il numero 1 e 2 al mondo del ranking mondiale. La coppia, originaria di Roma, che attualmente gioca per la Nazionale del Principato di Monaco, ha vinto domenica scorsa la Slava Cup, la prestigiosa competizione a inviti che si tiene ogni anno in Russia. Qui a Montegrotto giocheranno con Franck Multon, di origine francese e anche lui campione di massimo calibro, nonché loro compagno nella Nazionale di Monaco. L’americana Kiki Ward-Platt sarà per la seconda volta (la stessa formazione si presentò al Festival di Montegrotto nel 2013) capitano del team.