Nel fine settimana, l’attenzione degli organi di stampa federali è stata catalizzata dai Campionati Italiani Allievi e dal Trofeo di terza categoria. Per questo insieme di eventi, abbiamo colpevolmente trascurato un’importante manifestazione internazionale. Mentre a Salsomaggiore incrociavano le carte “giovani bridgisti”, in Croazia facevano altrettanto “bridgisti giovani”; dall’1 al 7 Novembre, a Opatija, cittadina di mare già teatro di competizioni di prim’ordine, si è disputata la settima edizione dei World University Bridge Championships, i Campionati mondiali per studenti di scuole superiori e università. A rappresentare istituti scolastici e atenei italiani è stata la squadra formata da Alessandro Calmanovici, Caterina De Lutio, Giacomo Percario, Enrica Raffa, Riccardo Rubino e Roberto Sau. I ragazzi Azzurri sono stati guidati da Gianpaolo Rinaldi, coach della Nazionale juniores e femminile.
Le sedici formazioni in gara si sono affrontate in un girone all’italiana, al termine del quale a sollevare il Trofeo del Campionato studentesco è stata una delle due rappresentative della Repubblica Ceca, costituita da Michal Kopecky, Frantisek Kralik, Jakub Vojtik e Kamil Zylka. La squadra ha superato per poco più di 1 imp una delle due formazioni della Polonia (Maciej Bielawski, Slawomir Niajko, Piotr Tuczynski, Lukasz Witkowski, Jakub Wojcieszek). Sul terzo gradino del podio è salita una delle due rappresentative francesi (Baptiste Combescure, Alexandre Kilani, Clément Laloubeyre, Aymeric Lebatteux).  Nonostante la limitata esperienza internazionale di alcuni di loro, i nostri Azzurri hanno concluso la gara a metà classifica, in ottava posizione.

I risultati della manifestazione

italia

La rappresentativa italiana
Da sinistra: Giacomo Percario, Caterina De Lutio, Gianpaolo Rinaldi (coach), Enrica Raffa, Alessandro Calmanovici, Roberto Sau, Riccardo Rubino