Gentile Sig. Di Sacco 
le sottopongo la seguente situazione per avere un’autorevole parere in merito.
La licita è la seguente, fra Nord e Sud senza interferenze:
Sud  1SA (debole 12/14), Nord 2Fiori interrogativo per i nobili, Sud 3Quadri (non ricordando l’accordo con il compagno e intendendo mostrare 4 carte di Cuori e 4 carte di Picche e mano massima. La licita corretta sarebbe stata 2Cuori, al che il compagno in mancanza del fit a Cuori avrebbe mostrato le quatto carte di Picche). Nord riflette e dice 3SA. Est interviene chiedendo il significato di 3Quadri e Nord risponde “secondo me è fuori sistema, ma lo interprerto come mano massima e buon colore di Quadri.”
Est Passa e Sud dichiara 4Cuori seguito dal Passo di Ovest e di  Nord (in possesso di 4 carte di Cuori).

 

Est richiede la presenza del direttore che viene al tavolo e invita i giocatori a giocare la mano.  Ovest non chiede spiegazioni ed attacca con una cartina di Picche da PiccheK1098x che viene catturata dalla Dama di Sud (da AQxx) . Il contratto viene mantenuto. L’Arbitro a questo punto interviene imponendo a N/S il contratto di 3SA, dichiarando che Ovest avrebbe probabilmente attaccato a Quadri (da Jxxx) con ritorno a Picche del compagno e probabile risultato 3SA-2 segnato nello score (0 assoluto contro il top di 4Cuori dato l’attacco sotto Re).
A me è sembrata una decisione arbitrale molto discutibile ma non essendo particolarmente esperta di regolamenti in questo contesto La ringrazio  se potrà darmi il suo parere.   
Distinti Saluti
Clara Baschieri

Cara Clara,
da quello che leggo, l’Arbitro ha fatto senza dubbio bene a modificare il risultato in 3SA, dato che la licita di 4Cuori avrebbe ben potuto essere stata influenzata dall’Informazione Non Autorizzata (INA) trasmessa all’apertore dalla spiegazione del compagno (cfr. Articolo 75 del Codice di Gara, paragrafo A).
In soldoni, Sud era venuto a sapere che il suo compagno non aveva capito la sua licita di 3Quadri, ma questa informazione gli era giunta attraverso la spiegazione offerta da Nord, ovvero in violazione dell’Articolo 16 del Codice di Gara, paragrafi A e B. Poiché, senza l’INA, era certo possibile per Sud dire Passo, come già detto 3SA era ciò che si doveva scrivere.
Ben diverso è il discorso per quanto attinente all’esito di 3SA, perché in quel caso si potrebbe sindacare sulle scelte difensive che l’Arbitro ha imposto ex lege ai difensori. Può benissimo darsi che l’Arbitro avesse ragione a farlo, badi bene, ma intendo sottolineare come questa parte può essere soggetta a critica, critica che non posso offrirle nei dettagli in assenza del diagramma completo della mano.
Cordiali Saluti,
Maurizio Di Sacco