Maurizio,
eccomi di nuovo qui a sottoporre alla tua attenzione un caso molto articolato accaduto ieri sera durante il Simultaneo Grand Prix svoltosi al Bridge Club di Siracusa.
Si sta giocando la mano 5:

2014_08_04_m3

2014_08_04_m4

2Cuori: spiegato come semi-forzante con le Cuori

Nord apre la licita con 2Cuori.
A richiesta di Est, il giocatore in Sud spiega che si tratta di semi-forzante con le Cuori. Prima che Est liciti, Nord si alza dal tavolo e viene verso di me. Mi informa che in effetti la spiegazione fornita dal compagno è quella prevista dagli accordi e che è stato lui a dimenticare l’accordo e vuole sapere da me come comportarsi.
Io gli faccio presente che non avrebbe dovuto alzarsi, perché questo fatto ha quasi sicuramente veicolato una INA al suo compagno, il quale da quel momento in poi non dovrà utilizzarla a suo vantaggio, pena un’eventuale modifica del risultato al tavolo. Lo invito quindi a ritornare al tavolo e a non dare ulteriori segni che la sua mano è diversa da quella spiegata.
Ovviamente io in maniera discreta mi riprometto di seguire l’evoluzione della licita, soprattutto con lo scopo di verificare che Sud non utilizzi l’INA a suo vantaggio. La licita prosegue con il Passo di Est; a sua volta Sud dichiara 3Quadri (a mio modo di vedere legittimamente) e la licita passa a Ovest il quale decide di dichiarare Contro.
Nord dichiara Passo (a mio modo di vedere legittimamente), e la licita prosegue con il 4Fiori di Est.
Al suo turno Sud decide di dire Passo (a mio modo di vedere in maniera tecnicamente legittima visto che con la prima licita aveva mostrato mano positiva e visto che comunque la licita sarebbe tornata al suo compagno) e quando arriva il turno di Ovest questi dichiara 3SA!!!
Sono ovviamente chiamato al tavolo (ne avevo bisogno per seguire ufficialmente l’evoluzione della dichiarazione) e spiego anzitutto a Nord che può accettare la licita e tutto sarebbe proseguito normalmente; ma Nord (a mio modo di vedere legittimamente) non accetta la licita insufficiente e allora spiego a Ovest che il 3SA deve essere ritirato e che lui può fare qualsiasi licita legale, incluso il Passo, sapendo che il compagno sarebbe passato sempre (la correzione con 4SA non avrebbe comunque consentito al compagno di licitare, essendo una licita convenzionale).
Ovest a questo punto decide di dichiarare Passo, cosa che fa anche Nord (a mio modo di vedere legittimamente), estromettendo di fatto Sud, che non ha così avuto la possibilità di utilizzare l’INA a suo vantaggio.
La licita così è finalmente terminata, la mano è statagiocata e il contratto conseguito (1 down) confermato.
Come vedi ci sono diversi passaggi e come sempre il tuo illuminato parere mi è sempre di prezioso aiuto.
Un cordiale saluto
Gianni Castelli

Ciao Gianni,
tutto ruota sulla liceità, o meno – naturalmente non in senso etico, ma alla luce dei disposti dell’Articolo 16 del Codice di Gara, paragrafi A e B – delle varie chiamate fatte da Nord e Sud (entrambi erano in possesso di un’INA: Nord per la spiegazione, ex Articolo 75 del Codice di Gara, paragrafo A, e Sud causa il comportamento del compagno) dopo la spiegazione di 2Cuori e quanto vi è seguito.
Nel merito, concordo senza dubbio sull’analisi relativa al 3Quadri di Sud, così come in merito al passo di Nord dopo il Contro, tuttavia, non credo che il Passo di Sud su 4Fiori fosse l’unica alternativa possibile. In particolare, a fronte di una mano forte, che sembrava essere monocolore, credo che 4Cuori fosse, a quel punto, non solo possibile, ma direi obbligatorio.
Su 4Cuori non ci sarebbe stato 3SA (o, almeno, sarebbe stato quanto mai improbabile), ma non è così chiaro cosa poteva succedere da quel punto in poi. Come conclusione più probabile, si può ipotizzare che la licita si sarebbe fermata lì, con o senza il Contro di Ovest, per cui il punteggio da assegnarsi andava individuato in quella zona (ovvero sempre 4Cuori Contrate, o sempre lisce, od una combinazione, ponderata, dei due, tutto in dipendenza di un’indagine da condursi in merito).
Era anche possibile – ma senza vedere la fiche non posso sapere se si trattasse o meno di un’alterrnativa praticabile – assegnare 60/40.
Cari Saluti, e grazie per le gentili espressioni,
Maurizio Di Sacco