Las Vegas - NABC 2014 - News

Siamo alle strette finali nella Spingold, con solo otto squadre rimaste in gara. Di queste, appena due delle prime otto teste di serie: MONACO (4) e LAVAZZA (8), entrambe con degli italiani in campo.
La prima, si è sbarazzata di GU con qualche fatica più del previsto (103-77) anche se gli avversari sono sempre rimasti a distanza. La seconda, aveva sulla carta l’impegno più difficile di tutti, contro ZAGORIN: i nostri hanno vinto largamente sia il primo che il quarto tempo, ma hanno perso di misura il secondo e il terzo, tanto che a 16 smazzate dalla fine erano avanti di soli 13 IMP. 170-129 il risultato finale.
Anche Antonio Sementa, inserito in ASSAEL, ha passato il turno, staccandosi progressivamente da MacAllister (concludendo 188-132) ed interrompendo così il rally della testa di serie numero 35.

Altrove, Nickell ha incontrato la sua nemesi, finendo battuta da HAMMAN per soli 3 IMP. Il grande Bob si è così vendicato della sconfitta subita nella semifinale dei Trials solo due mesi fa, e chissà se Meckstroth, come aveva fatto allora, non abbia accolto l’arrivo al tavolo del Venerabile Maestro con “it’s a pleasure to have business with you, sir”. Il piacere è stato tutto di Hamman, reso ancora più dolce dall’impressionante rimonta effettuata: 1 -42 a metà gara, ed a -20 con un solo tempo da giocare, HAMMAN si è imposta di 3 punticini, 118-115.

Nella parte alta del tabellone, oggi MONACO se la vedrà con SILVERSTEIN (12), una pericolosissima combinazione di un quartetto di svedesi (due di essi campioni olimpici in carica, Nystrom e Cullin) e una coppia americana con l’immancabile sponsor. Gli svedesi sono dei terribili colpisti, e quando il gioco si fa selvaggio vanno presi con le pinze. Proprio loro eliminarono MONACO in semifinale a Lille (sede, appunto, delle ultime olimpiadi) dopo un incontro all’arma bianca, con le due squadra alternativamente avanti di molti punti nell’arco delle 96 smazzate.

Dallo stesso lato, LAVAZZA è attesa da TEAM GRUE (16), ovvero americani della nuova e nuovissima generazione, con qualche favore del pronostico dalla sua parte. Dovessero vincere, MONACO e LAVAZZA si troverebbero di fronte in semifinale.

Nella parte bassa, la testa di serie più alta rimanente è proprio la ASSAEL di Sementa, che se la vedrà con i terribili vecchietti di HAMMAN, mentre l’ultimo quarto vedrà di fronte MELTZER e SCHWARTZ. In quest’ultima militano i miei amici israeliani Fischer e Schwartz (omonimo dello sponsor, l’americano Richard): tiferò per loro.

Altrove, continuano a giocare Di FrancoManno, i quali non si sono fatti mancare il Freeman BAM Mixed Teams, anche se con poca fortuna. Infine, hanno giocato anche Clair e De Michelis, nel Fast Pairs.

Maurizio Di Sacco