Caro Maurizio,
vorrei un tuo parere su una mano che è purtroppo costata alla squadra Marino l’accesso alla fase finale dell’eliminatoria regionale della Coppa Italia Seniores.
I fatti, raccontati dai giocatori spezzini, posti in Est e Ovest, in quanto io non ero presente.

11Fiori = Quinta Nobile, Quadri quarte
2XX = 9/11

A questo punto la Signora seduta in Sud chiede “ma 1Fiori Surcontrato è manche?” e Ovest, superficialmente, ma in buona fede, ha risposto di sì.
Sud, con le seguenti carte Picche Axx Cuori A10xx Quadri 98xx Fiori Kx, per inciso, potendo dichiarare 1Quadri o 1Cuori, ha deciso di cimentarsi nel contratto di 1SA, Contrato da Ovest, con il risultato finale di -800.
Si è iniziato a dichiarare la mano successiva, al che la Signora, come rapita da un’improvvisa illuminazione, chiedeva al proprio compagno di chiamare il Direttore che, giunto al tavolo, dopo aver ascoltato il racconto della Giocatrice, decideva di confermare il risultato, trattandosi di una questione non tecnica, ma etica (l’offesa! Perché insinuava che la risposta data da Ovest alla domanda non lecita di Sud fosse stata intenzionale allo scopo di suggestionare Sud).
Si ricominciava a dichiarare la mano successiva, quando l’Arbitro tornava al tavolo, dicendo che Sud non era autorizzata a porre una domanda del genere e Ovest non era autorizzato a rispondere, tra l’altro, in modo errato.
Ordinava di rismazzare la mano incriminata e, alla decisa opposizione della linea E/O  ordinava perentoriamente di farlo. La mano è stata rismazzata e il mancato guadagno ha sottratto alla squadra spezzina la congrua vittoria, impedendo a questa di poter disputare la finale Regionale del giorno successivo.
Ricordo, inoltre, che si giocavano incontri da otto mani, per cui ogni singolo risultato aveva una forte valenza.
Parlare di questione etica per una risposta di Ovest a una domanda non lecita è offensivo, perché la risposta, errata, è stata data, però, in perfetta buona fede e non certo con l’intenzione di creare danno a Sud, per indurlo in errore. In secondo luogo la mano non è neppure stata fatta giocare nell’altra sala, ma fatta inopinatamente rismazzare.
I miei più cordiali saluti,
Rosanna Goffredi (PSN049, Spezia Bridge)

Cara Rosanna,
essendomi previamente accertato che i fatti riportati corrispondano al vero, intervistando in merito l’Arbitro, non ho bisogno di premettere la consueta formula dubitativa in merito.
A questo proposito, lasciami cominciare col dire che è stato l’Arbitro medesimo a contattarmi (mentre mi trovavo in Cina), proprio perché lui stesso aveva avuto qualche dubbio. Purtroppo, proprio la distanza mi ha impedito di comunicare con lui per tempo, così che il nostro colloquio è avvenuto solo due giorni dopo.
Mi piace tuttavia riportare l’episodio, per sottolineare come il protagonista della vicenda ha meritoriamente tentato di rimediare a quello che, come vedremo, è un errore, e questo è un elemento sempre molto positivo, umanamente e professionalmente.
Nel merito, la giocatrice in Sud ha fatto una domanda la quale presenta diversi profili di criticità: non aveva diritto in assoluto ad avere quell’informazione, da nessuna fonte (è ben noto, tanto da comparire ogni tanto come quiz agli esami, che un giocatore non può guardare un cartellino licitativo a quello scopo); men che mai lo poteva chiedere al suo avversario e, infine, nessuna domanda di questo, come di altri tipi consimili, può essere posta a compagno e rivali.
Nel momento nel quale la ha posta, quindi, specie tenendo conto della prima obiezione, ha commesso un’infrazione, delle cui conseguenze era l’unica responsabile. Poiché senza l’infrazione medesima non ci sarebbe stata la risposta “sì”, ci potremmo fermare già qui, per quanto attinente al punteggio di N/S, ovvero il medesimo andava mantenuto. Tuttavia, c’è un elemento ulteriore da valutare: la licita di 1SA. Perché se si può suggerire che la risposta può aver indotto Sud a togliere 1Fiorixx, non c’è invece nessuna relazione tra la stessa e la licita di 1SA, la quale è tecnicamente ingiustificabile, e senza la quale N/S non solo non avrebbero ricevuto alcun danno, ma anzi avrebbero guadagnato, rispetto ad 1Fiorixx. Si tratta infatti di un contratto che, considerati E/O come innocenti (come sarebbero del tutto rispetto a quel contratto), è facilmente realizzabile (non così se si fanno giocare N/S al meglio assoluto, ma, come detto, N/S erano il partito colpevole).
Quale, dunque, fosse la valutazione in merito al punteggio da assegnare ad E/O, o ad una eventuale penalità che si volesse considerare a loro carico, il punteggio di N/S non poteva che essere quello conseguito al tavolo.
Ma vediamo, ora, proprio la parte relativa alla squadra di La Spezia.
Ovest ha certamente commesso un’infrazione, perché non avrebbe dovuto rispondere – la cosa da farsi era chiamare l’Arbitro -, ma non si tratta certo, in assoluto, di un’infrazione grave, considerata la sorpresa di sentirsi interrogare in quei termini, ed il conseguente, comprensibile imbarazzo nel quale ci si può trovare. Inoltre – ed è questo un elemento di grande rilievo – niente, nelle carte di Ovest, lascia pensare che lo stesso potesse ritenere che giocare 1Fiorixx fosse un cattivo contratto. Anzi: se si dà ad Est una Fiori in più, è banale fare “+1”, che quello sì, fa manche! Inoltre, Est ha un’apertura minima e con poche teste: con una mano migliore le prese in più potrebbero diventare due, o anche più, ed ognuna vale 400 punti. Infine, guardando l’intera mano, 1Fiorixx era proprio il miglior contratto disponibile per E/O (!), non potendo certo Ovest immaginare che Sud avrebbe rimosso con 1SA, di fatto suicidandosi.
Dovendo quindi intervenire contro E/O, questo era un caso dove un semplice richiamo sarebbe stato sufficiente, e volendo essere fiscali ci si poteva spingere ad una ammonizione formale, ma non oltre.
In linea di principio, tuttavia, l’Arbitro non ha sbagliato nell’affermare che il caso poteva avere una valenza etica negativa, perché sarebbe stata quella la strada da prendere se Ovest avesse avuto carte diverse, con le quali si avesse avuto ogni ragione di ritenere assurdo il contratto di 1Fiorixx, e quindi ogni desiderio di toglierlo (per es. una 5530). Tuttavia, ha errato nello statuirlo in quei termini, perché, come abbiamo visto, non era questa la circostanza dove avevano valore.
Cordiali Saluti.
Maurizio Di Sacco

contatti