Ciao Maurizio.
Simultaneo serale del 6/5/2014, Board 17 , tutti in prima, dichiarante Nord.

2014_05_26_m1

2Quadri = Alertato come Monocolore debole a Fiori, Quadri, Cuori o Picche o tricolore qualsiasi 14-16
2Cuori = nega valori di apertura
2SA = tricolore
3Fiori = chiede la corta
3Picche = corta a Fiori.

Quando Nord spiega l’apertura come monocolore debole in qualsiasi palo Ovest obietta che non essendo noto un palo quarto certo il sistema gli appare di dubbia legalità: Nord risponde che tale sistema era stato legalmente utilizzato la settimana precedente in occasione dei Campionati a Squadre.
Chi ha ragione?
Ti ringrazio dell’attenzione.
Ezio Lazzari (LZZ005, Bridge Bologna Rastignano)

Ciao Ezio,
avevano ragione i reclamanti, dato che la convenzione in questione è certo una Brown Sticker. Vediamo le Norme Integrative, Appendice I (Normativa Sistemi), punto 2.4:

2.4 Convenzioni e Trattamenti Brown Sticker
Le seguenti convenzioni o trattamenti sono classificati quali Brown Sticker:
a) Qualunque apertura dal livello di 2Fiori a quello di 3Picche che:
1) può essere debole (può, per accordo, essere effettuata con valori al di sotto della forza media) e 
2) non promette almeno quattro carte in un colore conosciuto.
ECCEZIONE: La licita mostra comunque quattro carte in un colore conosciuto se debole. Se la licita non mostra quattro carte in un colore conosciuto allora deve necessariamente mostrare una mano con un re o più al di sopra della forza media (Spiegazione: Dove tutti i significati deboli mostrino quattro carte in un colore conosciuto, e i significati forti mostrino una mano con un re o più al di sopra della forza media non è una Convenzione Brown Sticker)14.
13 Il libretto, edito dalla World Bridge Federation  in occasione dei Campionati del Mondo di Albuquerque (1994), che riporta e classifica ogni convenzione conosciuta.
14 La spiegazione rischia di non essere troppo chiara; vediamo di riassumere: se un’apertura che ricade nel range previsto per le Brown Stickers (da due fiori a tre picche) prevede dei significati deboli (nove o meno punti), allora quelli forti, per poter essere autorizzati a non mostrare un colore specifico, o comunque un colore comune ad almeno uno della versione ( o delle versioni) deboli, debbono garantire almeno tredici punti (come, del resto, deriva direttamente tanto dalla definizione di Brown Sticker che da quella di mano forte). Tuttavia, se un’apertura in questo range non prevede opzioni deboli (nove o meno punti), allora non è necessario garantire un colore anche se la forza minima prevista è di soli dieci punti (vedi definizione di mano debole).
Per fare un esempio, non ricadono nella definizione di Brown Sticker né aperture come quelle che mostrano una tricolore (Quadri Livorno, Quadri Italia, Fiori Romano etc.) né quella di 3Picche “Gambling”, perché in entrambi i casi è prevista una forza di almeno dieci punti. Se, tuttavia, queste opzioni fossero inserite quali opzioni in un’apertura multi-significato, allora la loro forza minima prevista dovrebbe essere di tredici punti.
ECCEZIONE: Un’apertura a livello di due in un minore che mostri una sotto apertura di due in un maggiore, sia che includa o meno l’opzione di uno dei tipi di mano forte quali descritti nel WBF Convention Booklet. In questo caso potranno comunque essere utilizzate le difese previste per le convenzioni e i trattamenti “Brown Sticker” previsti al successivo punto 6.

Come si può facilmente leggere, vengono infatti violati i punti 2.4.1 e 2.4.2, e non si applicano eccezioni.
Lasciami poi dichiararmi stupito della definizione “legalmente utilizzata” nei Campionati a Squadre, il che presuppone una qualche forma di autorizzazione: se così fosse, si sarebbe trattato di un errore macroscopico (al punto che io non ci credo: penso, invece, che nessuno degli avversari se ne sia accorto).
Cordiali Saluti,
Maurizio Di Sacco