foto_WH2Caterina Burgio, Margherita Chavarria, Giorgia Botta, Margherita Costa, Emanuela Capriata, Federica Buttò, Michela Salvato

Le ragazze della Nazionale italiana femminile under 26 di bridge (C. Burgio, M. Chavarria, G. Botta, M. Salvato, F. Buttò, M. Costa), accompagnate dalla coach Emanuela Capriata, sono arrivate ad Amsterdam.

Qui disputeranno il White House Junior, la gara a squadre a cui prenderanno parte 26 fra le migliori formazioni europee di giocatori under 26.

[message_box title=”” color=”red”]

Clicca qui per informazioni sul White House Junior

[/message_box]

Fra le ragazze è presente Margherita Chavarria, Campionessa italiana a Coppie femminili in carica con la sua compagna Francesca Piscitelli.

Margherita Chavarria e Francesca PiscitelliMargherita Chavarria e Francesca Piscitelli

Poiché i Campionati Assoluti a Coppie sono in corso in questi giorni, Margherita ha dovuto scegliere se recarsi a Salsomaggiore per cercare di confermare il proprio titolo oppure se andare ad Amsterdam con le sue compagne di squadra per la competizione juniores.

“Con grande dispiacere non parteciperò ai Campionati a coppie” ha dichiarato Margherita “però non è stata una scelta difficile: era da tanto tempo che noi ragazze aspettavamo di andare ad Amsterdam.”

margherita

La Federazione, infatti, aveva finora inviato alle precedenti edizioni del White House solo formazioni Open. La Nazionale femminile under 26 negli ultimi tempi ha conseguito discreti risultati (il bronzo ai World Youth Teams Championships, serie femminile, nel 2012 e il bronzo agli European Youth Teams Championships, serie femminile, nel 2013). In vista dei prossimi World Youth Teams Championships che si terranno a Istanbul, in Turchia, in Agosto, e per i quali l’Italia è qualificata nella serie femminile, si è optato per mandare la squadra ad Amsterdam, anche come allenamento.

“Fra le rappresentative più toste che incontreremo a Istanbul ci sono sicuramente Norvegia e Danimarca” ha dichiarato Margherita.
“Anche le squadre olandesi sono forti e Cina e Giappone sono sempre delle sorprese: non si sa mai quali giocatori verranno schierati. Fra i partecipanti vedo anche tanti nomi nuovi, quindi suppongo che riusciremo a farci un’idea del valore dei nostri avversari solo quando sarà il momento di affrontarli”.

In bocca al lupo a Margherita e a tutte le sue compagne di squadra!