Ciao Maurizio,
scusa se ti disturbo, ma vorrei chiederti circa una cosa curiosa accadutami. Durante un torneo, la mia avversaria, tra l’altro mia carissima amica, mi ha chiesto di non Alertare assolutamente nulla durante la licita, d’accordo con il suo compagno, aggiungendo che era certa che, se richiesto, le fosse dovuto. Io sono rimasto alquanto perplesso e comunque l’ho accontentata. Alla fine ho chiesto a due Arbitri ed entrambi mi hanno risposto che secondo loro era una richiesta non accettabile,essendo l’Alert obbligatorio nelle licite convenzionali e che comunque non ritenevano fosse previsto dal codice. Io ritengo che possa anche essere considerato offensivo, quasi ad insinuare che Alertando potessimo comunicarci qualcosa di non lecito, Tu che cosa pensi? Ti ringrazio infinitamente.
Antonio Villa (VLN121, Sport Club Dil. Rapid)

Ciao Antonio,
ho già risposto ad una domanda dello stesso tono, e la risposta è che la tua amica ha torto.
La FIGB aveva in effetti una specifica norma in tal senso, ma – vado a memoria – la stessa non è più in vigore da almeno vent’anni.
La ragione è molto semplice: non si può giocare, ad un tavolo, con regole diverse dagli altri.
Cordiali Saluti,
Maurizio Di Sacco