Il 2014 sarà l’anno delle Selezioni. La maglia della nazionale sarà alla portata di tutti i bridgisti, che potranno partecipare alla competizione a squadre che trasformerà le prime due classificate in due squadre azzurre (informazioni). 

Cosa pensano delle Selezioni i titolari della Nazionale del 2013, vincitori del Campionato del Mondo dello scorso Settembre (Bermuda Bowl, Bali 2013)? 

Ecco l’opinione di Norberto Bocchi.

Norberto BocchiPer comporre la prossima nazionale la FIGB ha deciso di indire delle Selezioni. Secondo te perché è stata fatta questa scelta?

Non lo so, forse per questioni politiche… comunque non mi interessa molto il motivo. Da italiano e da sportivo sono solo dispiaciuto che non sarà la miglior squadra possibile a rappresentare l’Italia.

Per convocare sei giocatori per i Mondiali di Bali non erano state fatte Selezioni…

Evidentemente prima non erano state sollevate questioni politiche…

Credi che l’aspetto economico abbia avuto un peso nella vicenda? Reclutare voi sicuramente ha avuto un costo per la Federazione.

Vincendo il mondiale abbiamo ricevuto un compenso nettamente inferiore a quello che riceviamo per giocare tornei del genere. Personalmente penso che la Nazionale sia una buona vetrina per noi professionisti, dunque gli accordi economici possono variare e molto. Mi sarebbe solo bastato essere messo nelle condizioni di vincere, quindi giocare nella formazione più forte.

Tu parteciperai alle Selezioni?

No. A me piace vincere e non credo che le Selezioni potranno portare l’Italia a vincere Europei e Mondiali, anche se me lo auguro.

Per quale motivo?

Perché le Selezioni a squadre non permettono di schierare la miglior formazione possibile, dato che i migliori giocatori che ci sono in Italia giocano le Selezioni in squadre diverse.

Qualunque sia la formazione che acquisirà il diritto di rappresentare la nazionale, ai prossimi Campionati tiferai per l’Italia?

Certo, sempre.

Nazionale Italiana di Bridge