Forum Risk Management SanitàDimostrazione di Bridge durante il forum;
intanto Laura Tidone (in piedi) presenta l’iniziativa

8° Forum Risk Management in Sanità 2013 – Organizzato da Gutenberg ad Arezzo, 26-29 novembre 2013

Arezzo Giovedì 28 novembre 2013.
L’evento “La sanità incontra il bridge” è stato inserito nel calendario ufficiale della manifestazione aretina, che ormai rappresenta l’unico momento di confronto nazionale per il mondo della sanità italiana, a pag. 89 ed a pagina 105 del programma stampato e distribuito al Forum.

Infatti gode del patrocinio del Ministero della Salute e delle più importanti organizzazioni che rappresentano la sanità italiana.
Nei primi tre giorni (26-28 novembre 2013) il Forum ha registrato circa 5.000 visitatori che hanno, ovviamente, consultato il programma. Non sono in possesso dei dati dei nuovi visitatori il quarto giorno così come non ho dati relativi alla consultazione on-line del programma sul sito della Gutenberg, prima dell’inizio della manifestazione.

L’iniziativa ha riscosso un notevole interesse e numerosi partecipanti hanno chiesto notizie e spiegazioni sulla connessione bridge e sanità e, quindi, sulla possibilità di organizzare corsi di bridge che siano accreditati dal Ministero della Salute ai fini dell’accrescimento professionale e, quindi, validi per ottenere i crediti formativi previsti dall’Educazione Continua in Medicina (E.C.M.) .

Alla sala “Meeting Point” oltre allo scrivente hanno presenziato attivamente sia Franco Caviezel che Laura Tidone.

In particolare Laura Tidone, ha dato i propri riferimenti (telefono ed e-mail) per fornire sia il materiale per organizzare corsi di bridge accreditati E.C.M. (a Bergamo a gennaio 2014 ne partiranno due con ben 25 crediti a corso) sia la letteratura scientifica inglese che dimostra l’importanza e la validità del bridge nell’accrescimento personale migliorando, tra l’altro, sia la capacità decisionale, sia gli aspetti connessi al problem solving , sia quelli relazionali di lavorare in team.

Dalle 13.30 in poi, inoltre, è stato organizzato un tavolo da gioco, dimostrativo, con la partecipazione di Dino Faltoni, in rappresentanza, dell’Associazione Bridge di Arezzo, che ha portato il materiale (bidding box e board), Carlo Fogaroli, Elisa Romano.

L’Amministratore Unico della Gutenberg , Dott.ssa Giorgia Artiano, (e-mail: g.artiano@gutenbergonline.it) ha dichiarato l’interesse della società ad realizzare un corso di bridge di base, di alfabetizzazione e di avvicinamento al bridge, on line, da fare accreditare al Ministero e poi metterlo sulla propria piattaforma per i programmi di Formazione a Distanza (F.A.D.) per le Aziende Sanitarie Italiane.

Inoltre la Dott.ssa Federica Amorevoli, della Gutenberg, ha chiesto a Laura Tidone di assistere alla prima lezione del corso che terrà per gli operatori della sanità a Bergamo a fine gennaio 2014.

Si ritiene che la possibilità di attivare corsi di bridge che consentano agli operatori della sanità di soddisfare la necessità di acquisire i crediti formativi sia una grossa opportunità per diffondere il bridge.

Una ipotesi operativa potrebbe essere di stipulare un protocollo operativo con il Ministero della Salute per incentivare le Aziende ad attivare i corsi, rappresentando oltre a tutti i benefici di miglioramento della personalità dei partecipanti anche l’assenza di costi, in tema di “spending review”.

Nel protocollo si dovrebbe garantire, da parte della Federazione, la disponibilità delle Associazioni sportive a mettere a disposizione gratuitamente i locali per i corsi (il rapporto della Federazione con le Associazioni Sportive è da concordare eventualmente con un rimborso delle spese vive) ed, inoltre, l’impegno della Federazione di fornire gli istruttori gratuitamente, senza alcun costo economico né per i partecipanti né per le Aziende Sanitarie.

Qualora tale proposta dovesse essere condivisa dal Consiglio Nazionale, il riferimento operativo è la Dott.ssa Maria Linetti del Ministero della Salute, Dirigente del Dipartimento Comunicazioni e Relazioni Istituzionali, mentre occorre la volontà politica di sottoscrizione dell’accordo e la conseguente pubblicizzazione.
Palermo, 03 dicembre 2013
Fulvio Manno

Il programma