[rev_slider selezioni]

(…continua dal primo quesito, “Due controverse situazioni (1)”)

Simultaneo gp del 12 Dicembre – score 6 .

11Fiori = 17+ punti
22Fiori = Alertato, più di 12 punti
32SA = mano bilanciata
43Cuori = non Alertato.

A questo punto prima dell’attacco informo i miei avversari che 3Cuori era transfert e la mia compagna non se lo era ricordato interpretandolo come colore e di conseguenza negandone il fit. Chiamato l’Arbitro ha sentenziato: giocate e vediamo se siete stati penalizzati.
Attacco nel minore e 3SA+1.
Contratto non convalidato perché avremmo dovuto giocare 4Picche-1.
L’avversario in Est si lamentava perche avrebbe dovuto contrare il 3Cuori (qualora Alertata la transfert) indicando l’attacco al partner e saremmo andati down (in realtà c’è il “blocco” a Cuori e 3SA si fa comunque) ma a me, che ovviamente avevo capito che la mia partner aveva al massimo 2 carte a Cuori e di conseguenza almeno 3 carte a Picche, sembrava più scorretto correggere a 4Picche in tal modo interpretando surrettiziamente la mancata licita di 3Picche del compagno, mentre chiarendo l’errata interpretazione del mio 3Cuori davo la più ampia possibilità all’avversario di attaccare in quel colore.
Comunque, poiché eravamo palesemente in difetto noi, ci siamo scusati accettando senza discutere qualsivoglia decisione arbitrale. Infatti sportività, educazione e signorilità devono sempre essere le prime regole da seguire al tavolo da gioco al di sopra di qualunque regolamento.
A me sembra che, con le dovute differenze (soprattutto di comportamento degli interpreti), i due casi abbiano delle similitudini e in tutti e due, naturalmente molto più nel primo che ritengo assolutamente scorretto, l’interpretazione dell’Arbitro non sia convincente e pertanto sarei molto interessato a conoscere la tua opinione in merito.
Cordialmente
Guido Giannelli (GND025, Bridge 3A S.S.D. A.R.L.)

Caro Guido,
il punteggio assegnato dall’Arbitro sembra sbagliato anche in questo caso, anche se, in maniera forse un pochino contorta, ci si potrebbe arrivare
a) Per quanto riguarda l’Articolo 16 del Codice di Gara (paragrafi A e B), ovvero l’INA trasmessa attraverso in mancato Alert su 3Cuori, hai già spiegato tu stesso come la medesima non sia stata usata (lo sarebbe stata, se avessi detto 4Picche!).
b) Per quanto invece riguarda le spiegazioni sbagliate, non si può certo obbligarvi a dichiarare in maniera corretta, e quindi a dire 4Picche! Viceversa, ci si deve domandare che cosa sarebbe successo senza l’infrazione, ovvero se 3Cuori fosse stato Alertato. Ora, per rispondere a questa domanda l’Arbitro avrebbe dovuto interrogare degli esperti, in particolare chiedendo loro:
i. Cosa avrebbero detto con le carte di Est su 3Cuori
ii. Qualora Est avesse detto Contro, come, secondo loro, si sarebbe allora sviluppata la licita.
iii. Cosa avrebbero attaccato con le carte di Ovest se avessero ricevuto la spiegazione giusta.
La mano in questione:


Ora, io credo che ben pochi esperti, per non dire nessuno, direbbero mai Contro a 3Cuori, azione che ritengo al limite del ridicolo con quel colore così anemico, per cui questo concluderebbe la questione, per quanto relativo all’indagine da farsi. Se, tuttavia, se ne fosse trovato qualcuno (diciamo, ad essere generoso, uno su cinque), allora il risultato avrebbe dovuto essere cambiato sulla base della successiva indagine. Come accennato, si sarebbe dovuto chiedere come poteva procedere la licita da quel punto in poi, cosa che mi sembra assai complicata da determinare.
c) Quando Est non dica Contro, il risultato va quindi modificato in 3SA fatte giuste, o +1 (il risultato al tavolo) in stretta dipendenza delle risposte alla domanda di cui a iii.
d) Quando Est dovesse dire Contro, allora il risultato va cambiato (presumo, e presumo solamente perché mi aspetto risposte variabili sull’argomento) in 60%/40%.
e) Naturalmente, a distanza, non ti posso offrire un’intervista di esperti, per cui non mi è facile affermare quale fosse il punteggio giusto. Diciamo che, fosse stato io l’esperto interpellato, non avrei mai e poi mai detto Contro, ma avrei sempre attaccato a Cuori, il che sarebbe risultato – sono andato a leggere la fiche – in 3SA m.i., +400, pari al 25,4%, contro il 13,63% di 4Picche-1. Se poi fossi stato l’Arbitro della circostanza, e non avessi avuto a disposizione esperti, avrei allora assegnato, per semplicità (come hai letto, le variabili in gioco sono molte), 60%/40% a favore dei tuoi avversari.
Cordiali Saluti e Auguri,
Maurizio Di Sacco

Caro Maurizio,
Ti ringrazio per la gentile risposta; la tua disamina è come sempre estremamente esauriente e analizza anche alcuni punti che avevo volontariamente sorvolato per non appesantire troppo il quesito.
Tengo a precisare che i fatti si sono svolti esattamente come descritto, parola per parola, ad eccezione, per il primo caso, per il successivo modo violento ed aggressivo con cui Sud ha difeso la sua posizione e inoltre ho inviato due e-mail al Circolo, descrivendo l’accaduto, per avere le dovute spiegazioni sull’interpretazione dell’Arbitro senza ottenere alcuna risposta, mentre per il secondo caso (dove si è svolta una breve discussione assolutamente civile) devo rettificare poiché ho verificato che l’Arbitro ha successivamente optato per un 4Picche m.i. che in effetti, senza un improbabile attacco sotto CuoriK, si realizza facilmente scartando una Cuori del morto sulle Quadri; in medio stat virtus.
Ricambio gli auguri con cordialità.
Guido Giannelli

Buongiorno Guido,
mi dispiace dire che non c’è alcuna virtù in 4Picche m.i. Come spiegato, non è possibile obbligare la vostra linea a dichiarare quel contratto, se non attraverso un articolato sviluppo tecnico, logico e regolamentare che, ne sono certo, non è stato impiegato nella circostanza, e che, comunque, presuppone un evento – il contro a 3Cuori – che ha una probabilità su 10 (ad essere buoni) di verificarsi.
Mi spiego: perché voi giocaste 4Picche, bisognava che Est dicesse contro su 3Cuori, e che dopo il Passo di Sud ed Ovest, ed il tuo automatico 3Picche, Sud si svegliasse, e dichiarasse 4Picche. E’ necessario presupporre il “risveglio”, perché in caso contrario Sud avrebbe immaginato 5 carte di Cuori e 4 carte di Picche nella tua mano, ed avrebbe detto 3SA, contratto che sarebbe stato realizzato (a livello, dato che l’attacco sarebbe stato allora Cuori).
Quando Est non dica Contro, la conclusione è inevitabilmente quella del tavolo, anche se, come spiegato, bisogna allora chiedersi cosa attaccherebbe Ovest con la spiegazione giusta. Poiché mi trovo a Pechino per i World Mind Games, ho fatto in proposito qualche sondaggio tra alcuni dei migliori giocatori del mondo: nessuno ha Contrato (come atteso), ma circa la metà ha attaccato a Quadri (un po’ meno, in realtà – 5 su 12 – e anche questo me lo aspettavo).
Ci tengo a sottolineare tutto quanto sopra, perché mi preme spiegare agli Arbitri che ci leggono che si devono prendere delle decisioni che discendano da un preciso approccio regolamentare, e non “a naso”.
In questo caso, il primo articolo che va guardato è l’Articolo 16 del Codice di Gara (in realtà, l’Articolo 75 del Codice di Gara, paragrafo A, il quale rimanda però direttamente al 16). In particolare, l’affermazione precedente è sempre vera quando ci sia una spiegazione non corrispondente alle carte, prima ancora di preoccuparsi se fosse sbagliata la licita, o la spiegazione medesima (non è un caso, che 75A venga prima di 75B [spiegazione sbagliata] e di 75C [licita sbagliata]), ed è proprio il punto al quale mi riferivo quando ho scritto, nella risposta precedente, che alcuni Arbitri ignorano questo passaggio.
Tuttavia, come visto, il 16 non trova qua applicazione, ed anzi ti va reso merito per l’impeccabile comportamento etico (in aderenza all’Articolo 73 del Codice di Gara, paragrafo C). Bisogna allora passare a 75B, e chiedersi cosa sarebbe successo senza l’infrazione (il mancato Alert), e qui bisogna evitare di fare quella confusione nella quale è invece caduto l’Arbitro: se non allertare è un infrazione, non lo è dichiarare 3SA, licita che non può essere cancellata.
Grazie per le gentili espressioni,
Maurizio Di Sacco