Al terzo turno la mano 23 (dichiarante Sud) arriva e viene giocata con le carte ruotate di 360° (Sud apre con le carte di Nord e viceversa e Ovest risponde con le carte di Est e viceversa.
La licita: 1Cuori – 2Cuori (bicolore) – 3Quadri + 4 seguiti da tre Passi.
Al turno successivo le coppie si accorgono dell’inversione e senza interpellare l’Arbitro online viene deciso di attribuire il 40% alle coppie del terzo turno e il 60% a quelle del quarto turno (rimettendo a posto le carte).
Decisione corretta o si poteva fare meglio?
Sequenza degli score tutti per N/S: 1470, 720, 40/40, 60/60, 1430, 680, 1430, 680, 1440.
Non è dato sapere se le carte siano state imbussolate male fin dall’inizio.
In attesa di cortesi riferimenti in merito porgiamo cordiali saluti.
Associazione Bridge Riviera delle Palme

Cari amici,
da quello che capisco, la mano era stata ruotata in occasione del secondo turno (in ogni caso, l’Arbitro, o chi per lui, aveva il dovere di accertarsi quale fosse il momento esatto nel quale le carte erano state ruotate). Se è così, quanto riportato è certamente sbagliato. In particolare, poiché i round nei quali le carte sono state giocate con le carte invertite erano due, bisognava assegnare, nell’ambito di quei due, il 65% al miglior risultato e il 55% al peggiore (con complemento a 120 per l’altra linea, la quale avrebbe dunque preso, rispettivamente, 55 e 65%).
Al di là di quanto sopra, è profondamente sbagliato assegnare il 40% ai giocatori del terzo turno, visto che non avevano commesso alcuna irregolarità (non c’è alcun obbligo di controllare la corrispondenza delle carte con il diagramma).
Per una trattazione esauriente, vi allego un documento esaustivo.

Articolo 87 del Codice di Gara

Cari Saluti e Auguri,
Maurizio Di Sacco