In Dicembre, i bambini ogni giorno aprono emozionati una casellina dei loro Calendari dell’Avvento. Da quest’anno grazie alla nostra rivista online anche l’adulto ha la sua sorpresa quotidiana. Clicca per scoprire la finestrina di oggi e gustati la tua sorpresa di bridge.

[divider scroll_text=””]

Su suggerimento di Babbo Natale, che vivendo in Finlandia è quasi scandinavo, raccontiamo questa sorprendente giocata del norvegese Geir Helgemo.
Il board venne segnalato dalla Bridge Press Association, che per la mano ha nominato Helgemo “dichiarante dell’anno” nel 2011.

Tutti in zona:

2Picche = Cuori e un minore
2SA = appoggio almeno 4° a Picche, FM
4Fiori = corto a Fiori
4SA = Richiesta di carte Chiave
5Picche = 2 carte Chiave e la PiccheQ (la quinta Atout vale come la PiccheQ)

Ovest attacca con il FioriK per il singolo del morto, il Fante di Est e l’Asso di Sud.

La caduta del FioriJ, l’intervento in bicolore in zona di Ovest, il mancato intervento a Quadri di Est fanno intuire a Geir Helgemo la distribuzione.

Il norvegese sblocca l’CuoriA;
incassa il QuadriK;
gioca Quadri per l’Asso del morto;
incassa il CuoriK (scartando Fiori di mano).

A questo punto muove il Picche9 e… lo fa girare. (Ovest scarta una Fiori)

Il dichiarante gioca ora Picche per il Fante (Ovest scarta una Fiori)

Quando Helgemo batte il PiccheK, Ovest, rimasto con tre carte di Cuori e tre di Fiori, non ha scampo.

Se scarta una Cuori:

Il dichiarante supera il PiccheK con l’PiccheA del morto, gioca Cuori e Fiori a tagli incrociati e l’ultima Cuori del morto è la tredicesima presa.

Se scarta una Fiori:

Il dichiarante sta basso al morto, rimane in presa con il PiccheK, gioca Fiori e Cuori a tagli incrociati e l’ultima Fiori che ha in mano è la tredicesima presa.

Giocare il Picche9 a girare è fondamentale per ottenere questo finale.