In Dicembre, i bambini ogni giorno aprono emozionati una casellina dei loro Calendari dell’Avvento. Da quest’anno grazie alla nostra rivista online anche l’adulto ha la sua sorpresa quotidiana. Clicca per scoprire la finestrina di oggi e gustati la tua sorpresa di bridge.

[divider scroll_text=””]

sun_tzu_art

Il grande condottiero Sun Tzu, autore de “l’Arte della Guerra” e convinto che il suo libro sia l’unico testo di riferimento per vincere i tornei di bridge, ci guida passo dopo passo nella realizzazione di un Doppio Squeeze progressivo.

Il doppio Squeeze progressivo di Sun Tzu

Mercoledì 4 Dicembre 2013, durante una delle mie consuete battaglie, il simultaneo serale, ho avuto modo di dimostrare ancora una volta che, per giocare bene a bridge, basta seguire i principi del mio libro “l’Arte della Guerra”.
Tutti i libri di bridge sono inefficaci, vi serve solo il mio trattato di tecnica militare (lo trovate anche su Amazon).

Ecco la mano. Naturalmente, essendo cinese, sedevo in Est.

Il nemico ha sferrato il suo attacco: Fiori2.
Ho impegnato il Fante del morto, Nord ha preso con l’FioriA e io ho risposto col Fiori7.

Nord è tornato con il Cuori10, piccola, CuoriA, piccola.

Come dico nel mio trattato, se non conosci il nemico, ma conosci soltanto te stesso, le tue possibilità di vittoria saranno pari alle tue possibilità di sconfitta. Il grande condottiero quindi non si preoccupa se gli avversari fanno qualche presa; ne approfitta per studiare le loro mosse.

Sud è tornato Cuori. Ora ho preso con il CuoriK.

E mi sono messo a contare.

9 prese erano – quasi – garantite: era sufficiente “indovinare” le Picche.

Il grande condottiero vuole vincere la classifica nazionale.

Ma, come dico nel mio trattato, ciò che dà valore alla battaglia è la vittoria. In questa mano, tutti faranno 2Picche+1. Il grande condottiero vuole vincere la classifica nazionale e fare 2Picche+2.

Un generale precipitoso avrebbe incassato il FioriK ed avrebbe scartato il CuoriJ. Giocare per le Cuori 3-3 e tagliarne una, per poi muovere le Picche di mano ed andare a indovinare se c’è il J secondo oppure il K secondo è mossa di chi non ha studiato il nemico né ha fatto calcoli.

Per vincere molte battaglie, il generale sa che deve fare molti calcoli prima dell’azione: il generale che perde molte battaglie fa sempre troppi pochi calcoli prima dell’azione!

Quando Nord ha giocato il Cuori10 per l’Asso del compagno, che è tornato con il Cuori3, la figura delle Cuori era praticamente scritta. Egli, uscito di Cuori10, doveva avere Q10xx.

Con le Cuori 4-2 e le Fiori 3-5 il grande condottiero poteva fare 10 prese comprimendo gli avversari. Era però necessario un piccolo errore da parte loro.

Il grande condottiero impone la sua volontà sul nemico

Il grande condottiero sa  imporre la sua volontà sul nemico
, o almeno ci prova.

Non c’era alcuna fretta di scartare il CuoriJ perdente. Infatti, avevo anche una perdente a Quadri e, se gli avversari avessero incassato la CuoriQ prima che io potessi scartare il CuoriJ, avrei comunque potuto sfruttare il FioriK per lo scarto della Quadri.

Il grande condottiero, se può, nasconde la sua distribuzione. Se avessi incassato il FioriK avrei rivelato agli avversari di non avere più Fiori. In quel caso, un errore da parte loro sarebbe stato molto meno probabile.

Quindi ho conservato il FioriK e battuto le Atout. Picche9, su cui Nord è stato basso, piccola e PiccheK di Sud.

Sud ora ha commesso l’errore in cui il generale confidava: è tornato Fiori!!

E’ chiaro che non aveva più Cuori (come avevo immaginato).

Sono stato basso al morto e ho tagliato in mano.

Il ritorno a Fiori di Sud ha privato Nord di una preziosissima Fiori, la sua tenuta nel colore.

Ho battuto tre colpi di Atout:

Ora ho incassato anche l’Picche8. Vedete che Sud ha dovuto scegliere fra conservare la tenuta di Quadri e quella di Fiori. E tutto questo perché, tornando prima Fiori, ha impedito a Nord di essere lui il depositario della tenuta nel colore, ovvero mantenere il 10x.

Sud ha malvolentieri scartato una Quadri.

Ora io sono andato al morto con il QuadriK.

Ho battuto il FioriK e, adesso, a essere compresso era Nord! Per conservare la CuoriQ ha dovuto abbandonare la tenuta a Quadri. Ho scartato il CuoriJ, che non serviva più, e le mie Quadri si sono affrancate.

Il grande condottiero ce l’ha fatta! Ha realizzato un doppio squeeze progressivo. Top in Mitchell!

Se volete diventare dei grandi bridgisti, ricordate di acquistare “l’Arte della Guerra”!

fiches

P.s. Sun Tzu in questa mano era Paolo Fogel. Analisi a cura di Paolo Fogel e Paolo Clair. Articolo scritto da Francesca Canali.