avvento_art15

In Dicembre, i bambini ogni giorno aprono emozionati una casellina dei loro Calendari dell’Avvento. Da quest’anno grazie alla nostra rivista online anche l’adulto ha la sua sorpresa quotidiana. Clicca per scoprire la finestrina di oggi e gustati la tua sorpresa di bridge.

[divider scroll_text=””]

Fortuna e probabilità

Il problema di oggi è identico a quello che vi trovate di fronte ogni volta che, giocando a bridge, vi capita di fare il dichiarante.
E cioè: visto il morto, visto l’attacco e sentite le dichiarazioni, trovare la linea di gioco più corretta.

State giocando 4Cuori, l’attacco è la PiccheQ e gli avversari non hanno mai aperto bocca:

Mi piacerebbe leggere nelle vostre teste e sapere come avete ragionato.
La linea di gioco migliore è quella che vi dà più probabilità di vincere.

Per sapere qual è quella che vi dà più probabilita di vincere, bisogna che proviate a immaginare dove devono stare le carte che vi mancano e che cosa vi succede se una o più carte di quelle che vi mancano stanno nel posto sbagliato e se, trovandole tutte messe male, vi resta ancora qualche speranza (questo è ciò a cui non pensate mai, al fatto che è fondamentale sapere se in certe condizioni avete ancora o no la speranza di fare il contratto).

Beh, veniamo al dunque, la mano completa era questa:

Ecco come giocai io: presi al morto, giocai piccola Fiori, Est – colto di sorpresa – stette basso, entrai col Re, battei CuoriA e CuoriK, poi QuadriA e QuadriK e andammo tutti a casa. Capito che razza di campione sono?

E veniamo al mio avversario che nell’altra sala si trovò a giocare lo stesso contratto con lo stesso attacco. Preso al morto fece il sorpasso a Cuori. Ovest gli continuò con la Donna di fiori che Est superò d’Asso per continuare picche.
Di nuovo al morto Sud incassò l’QuadriA e poi bollendo tirò tutte le Cuori (l’aria era che non sapesse assolutamente come cavarsela).
Ovest scartò una Picche e una Fiori ed Est prima il Fiori10 e poi ancora due piccole Fiori. A quel punto il dichiarante riscosse il FioriK e finalmente decise di giocare sulla messa in mano di Ovest: intavolò perciò una Picche e sul ritorno Quadri stette basso al morto, facendo prendere Est e andando irrimediabilmente sotto.

Ora, se voi pensate che la linea giusta sia quella che avevo adottata io, solo perché stavolta avevo portato a casa il contratto, vi sbagliate di grosso. È un caso nel quale sono stato solo molto, molto fortunato.

La linea corretta, allora, qual è? È questa: sull’attacco bisogna prendere al morto e giocare subito CuoriA e CuoriK.

Se la Donna cade, incassare anche il Fante e altrimenti giocare QuadriA e QuadriK. Che la QuadriQ cada o non cada, bisogna poi giocare un terzo giro nel colore. Forse che così non si può andare sotto? Si, si può andare sotto anche così: ma solo se Est possiede tutte e due le Donne rosse e, nello stesso tempo, l’FioriA è in Ovest. Non proprio probabile, no?