Avvento 3

In Dicembre, i bambini ogni giorno aprono emozionati una casellina dei loro Calendari dell’Avvento. Da quest’anno grazie alla nostra rivista online anche l’adulto ha la sua sorpresa quotidiana. Clicca per scoprire la finestrina di oggi e gustati la tua sorpresa di bridge.

[divider scroll_text=””]

Qualche volta scartate Atout! (di Benito Garozzo)

La penna del grande Campione Benito Garozzo regalava i racconti di board “realmente vissuti”. Nei suoi articoli il Campione esplicita carta dopo carta i suoi pensieri. Ecco come si arriva alla linea di gioco vincente.

A volte può essere costoso l’intervenire senza una valida ragione.
Nella mano di oggi (giocata a Las Vegas in un torneo a squadre) vi racconterò come approfittai di un provvidenziale “Contro” arrivato da Est.
Queste le carte mie (in Sud) e del mio compagno:

Aprii di 1Picche, Ovest disse 2Picche e Nord 3Fiori. Sul mio 3SA, Nord disse ancora 4Fiori e quando io conclusi a 4Picche Est Contrò.

Ovest attaccò con la FioriQ e appena venne giù il morto decisi di giocare ipotizzando tutte le Atout mancanti (cioè KJ83) in Est.
Fate vostra questa ipotesi e preparate un piano di gioco.
La smazzata completa era questa:

Il vostro piano di gioco dovrebbe prevedere di perdere una Quadri e 2 Atout.

Il miglior finale, per voi, è quello in cui Est a due carte dalla fine fa la sua ultima presa e ha ancora PiccheKJ, mentre voi avete in mano due Atout e il morto ha PiccheAQ.

Vedete uno dei problemi di questo finale? Che voi vi immaginate di finire con lo stesso numero di Atout di Est, mentre in realtà cominciate a giocare avendone uno in più.

Ecco come giocai la mano. Preso l’attacco di FioriA (scartando Cuori dal morto), feci l’impasse a Quadri. Est prese e tornò di CuoriQ. Presi di Asso, incassai il FioriK scartando l’ultima Cuori dal morto e tagliai una Cuori della mano con il Picche9 di Nord. Tirai poi l’QuadriA e continuai con la QuadriQ tagliata dalla mano. In questo modo avevo accorciato le Picche e potevo tagliare la mia ultima Fiori col Picche10 del morto. La situazione a questo punto era questa:

Giocai Quadri ed Est tagliò con l’Picche8. Che cosa avreste fatto al mio posto?
Se avete scartato Cuori siete andati sotto. Dovete sottotagliare di Picche4 invece. Così feci io e quando Est tornò con l’ultima Fiori tagliai di mano e scartai Quadri dal morto.
Adesso intavolai l’ultima Cuori e mi liberai dell’ultima Quadri del morto. Benché Ovest avesse superato il mio Cuori9 col Fante, Est, che era rimasto con Re, Fante e Picche3 secchi, dovette tagliare e giocare Atout sotto la forchetta AQ del morto.

(Tratto da Bridge D’Italia n. 3, 1996)