[rev_slider Catanzaro]

L’Associazione Bridge Catanzaro ha cambiato sede. Fin qui nulla di strano, penserete voi. Eppure, la storia di questo trasloco è un autentico racconto di Natale.

La Presidentessa dell’Associazione Ornella D’Apa, il Comune, i soci e numerosi sostenitori con entusiasmo e perseveranza hanno dato nuova vita a un edificio abbandonato. Lo hanno ristrutturato, dipinto, arredato con stile; hanno superato grovigli di difficoltà tenendo fissa nella mente l’immagine del progetto finito. A quella struttura da subito hanno voluto bene; si capisce perché varcata la soglia si ha la sensazione di entrare in una sede elegante, ma soprattutto calda.
Così, l’edificio dimesso è diventato un bel castello dove ora questa Associazione principessa potrà crescere.

Non si tratta di un Club riservato a una ristretta cerchia: la sede sarà anche un accogliente punto di ritrovo per i catanzaresi, che quindi potranno conoscere e imparare il bridge.

Questa vera fiaba di Natale ha avuto il suo epilogo con l’inaugurazione, che si è tenuta domenica 22 dicembre, pochi giorni prima della Vigilia.
Erano presenti il Sindaco di Catanzaro Sergio Abramo, il Vicesindaco e Assessore alla Cultura Sinibaldo Esposito, il Presidente provinciale della Federazione di Bridge Ferdinando Righini, il Commissario della Provincia Wanda Ferro, il Presidente del Coni Regionale Mimmo Praticò, il delegato del Coni provinciale Antonio Sgromo e naturalmente la Presidentessa Ornella D’Apa, che ha descritto l’entusiasmo dei protagonisti e le fasi del progetto e concluso presentando la sede:

“Sono orgogliosa e soddisfatta del lavoro che è stato svolto. Abbiamo ridato lustro e decoro ad uno stabile che versava in uno stato di totale abbandono. Non era facile risolvere i numerosi problemi che sono sorti, ma li abbiamo superati proprio perché abbiamo sempre creduto nei valori che questo sport può infondere nelle nuove generazioni. Al piano terra ci sono la sala hobby con tavolini ed angolo bar, una sala con il biliardo ed inoltre la struttura è fornita di una cucina professionale e versatile, nella quale possono essere preparati prelibati e raffinati aperitivi ma anche vere e proprie cene di alta classe e qualità eccelsa”.

Le iniziative sono già molte; per capirlo basta guardare il tocco accademico con cui è stata attrezzata la sala dedicata all’insegnamento: cattedra, sedie-corsi e un grande schermo piatto.
Catanzaro intende investire molto nella diffusione del bridge e considera di buon auspicio aver inaugurato la propria sede nell’anno della vittoria dell’Italia ai Mondiali. I soci si augurano che il prossimo Campione Italiano possa venire proprio dai banchi della loro Associazione. Ma questa è un’altra fiaba…


Associazione Bridge Catanzaro