Si è concluso il Patton di Monaco, il primo e il più accessibile dei tre tornei che si disputano nel Principato nella settimana 18-25 Ottobre.

Dopo tre giorni di gara, la squadra Vitas (Vitavtas Vainikonis, Wojtek Olanski, Boguslaw Gierulski, Jerzy Skrzypczak, Lotan Fisher, Ron Schwartz) si è aggiudicata la vittoria, battendo in finale la nazionale locale, la Squadra Zimmermann (Pierre Zimmermann, Franck Multon, Fulvio Fantoni, Claudio Nunes, Geir Helgemo, Tor Helness).

Vitas è un team costituito da una coppia di polacchi (Jerzy Skrzypczak e Boguslaw Gierulski), una di lituani (Vitavtas Vainikonis e Wojtek Olanski) e una di israeliani (Lotan Fisher e Ron Schwartz).
Ancora un paio di coppe e si potrà parlare di “soliti noti”, dal momento che la formazione, appena una settimana fa, ha vinto anche il torneo Internazionale a Squadre Città di Roma.

Terzo posto per le squadre Lavazza (Maria Teresa Lavazza, Guido Ferraro, Norberto Bocchi, Agustin MadalaAntonio Sementa, Giorgio Duboin), che deteneva il titolo della precedente edizione, e Pri Investment (Jacek Pszczola, Josef Blass, Robert Levin, Steve Weinstein, Cezary Balicki, Adam Zmudzinski). Quest’ultimo match (finale 3°/4°) non è stato affatto disputato. Le formazioni hanno infatti deciso a tavolino di dividere il premio. Norberto Bocchi ha, poi, lanciato una moneta per stabilire a chi sarebbero andate le medaglie e il titolo di terzi. L’organizzazione, però, ha deciso di considerare le due squadre a pari merito.

Fra le prime 8 squadre classificate anche un’altra formazione italiana, Breno. Qui militano il Vice Presidente FIGB Mario D’Avossa, Riccardo Intonti, Massimo Lanzarotti e Andrea Manno. Quest’ultimo ieri ha raccontato a Bridge D’Italia Online una mano. E’ possibile leggere l’articolo cliccando qui.

Squadra Vitas

Zimmermann

Lavazza e Pri Investment

Patton di Monaco