Dai Bollettini degli European Open Championships 2013

Articolo di Patrick Jourdain

Il Board 28 del sesto round del Campionato a Squadre presentava per la linea E/O allo stesso tempo un problema tecnico e uno licitativo.
Sono riuscito a trovare un paio di coppie che hanno saputo risolverli entrambi:

Per prima cosa guardate com’è andata la licita al tavolo di Per-Erik Austberg (Ovest) e Jan-Torre Berg (Est) della Squadra Abax, che giocava contro la formazione Rosenthal:

2Quadri è naturale e forzante a Manche. Per Ovest, ora, licitare 3Fiori mostrerebbe una mano più forte del dovuto e così Austberg decide di prendere tempo dichiarando 2Picche.
3Picche fissa l’Atout e 4Cuori significa ‘corto a Cuori’.
4SA è RKCB, su cui 5Cuori mostra due Carte Chiave senza Dama d’Atout.
5SA indica interesse a raggiungere il grande Slam, dovuto alla presenza di tutte le Carte Chiave e della Dama d’Atout, e chiede di specificare i Re.
6Fiori mostra il FioriK, 6Quadri chiede il controllo di terzo giro a Quadri. Ovest ha il doubleton a Quadri e delle bellissime Fiori e quindi accetta l’invito. Ottima licita!

Nord attacca con il CuoriK. Austberg prende con l’Asso, batte due giri di Atout per verificare la divisione del colore, incassa l’FioriA, taglia una Fiori e successivamente una Cuori per andare in mano a battere l’ultima Atout, su cui il morto scarta una Quadri. Cosa dovrebbe scartare Sud?
A questo tavolo Sud avendo capito che il dichiarante ha 5 carte a Fiori, decide di scartare una Cuori.

M1_b

Ma Austberg ha pronto un piano. Va al morto con l’QuadriA e taglia un’altra Cuori. Ora Nord controlla solamente le Cuori, ma quando il dichiarante incassa le due Fiori vincenti, risulta squeezato nei pali rossi.
La coppia norvegese ha giocato perfettamente, ma la difesa avrebbe potuto fare qualcosa contro questo grande Slam?

Guardiamo un attimo come è andata la licita nel match fra The Cheetahas e Badger. Ecco la dichiarazione dei rumeni Marius Ionita (Ovest) e Marina Stegaroiu (Est):

Le prime quattro licite sono uguali a quelle dei norvegesi, ma poi arrivano tre Cue Bid.
4SA, 5Cuori e 5SA hanno lo stesso significato che all’altro tavolo, ma 5SA chiede il numero di Re senza specificare quali.
La risposta, quindi mostra solo un Re diverso da quello d’Atout, e non dice se si tratta del FioriK o del CuoriK.
Ad Est non basta per dichiarare il grande Slam, perché Ovest potrebbe avere quattro carte rosse senza il CuoriK o la QuadriQ. E così si accontenta di licitare 6Picche.
Ovest però decide che le sue Fiori sono abbastanza belle da giustificare un rialzo a 7. Est aveva impiegato un po’ a licitare 6Picche, come Ovest ammette con il proprio compagno di sipario.

Il gioco comincia come all’altro tavolo, ovvero: CuoriK per l’Asso del morto, due giri d’Atout, Fiori all’Asso, Fiori taglio, Cuori taglio e un terzo giro d’Atout scartando Quadri al morto.
A questo punto Sud risulta squeezato in tre colori.

Tom Townsend, che si trovava proprio in Sud, vede che lo scarto di una Fiori sarebbe immediatamente fatale e al contempo intuisce che lo scarto di una Cuori esporrebbe il suo compagno Jeff Allerton a uno Squeeze nei semi rossi.
Così, sottoponendo il dichiarante a un test ancora più duro, scarta il Quadri9.

Il dichiarante ora molto scaltramente gioca il QuadriJ per l’Asso, su cui cade la Dama di Sud, taglia una Cuori e incassa le due rimanenti prese di Fiori.
Sud risponde a colore, ma Nord deve scartare Cuori e Quadri.
Leggendo correttamente una Cuori e una Fiori vincente in mano a Sud, il dichiarante trionfalmente fa l’impasse giocando Quadri per l’8 e realizza 13 prese.

Questa storia, però, ha un finale triste. A causa della pensata di Est, durante la licita era stato chiamato il Direttore, che dopo aver ponderato la questione torna e comunica di aver deciso di proibire la dichiarazione di 7Picche. Il contratto si trasforma così in 6Picche.
Ma c’è di peggio. Dal momento che a quel punto avrebbe dovuto realizzare solo dodici prese, viene stabilito che il dichiarante non avrebbe mai corso il rischio finale di fare l’impasse a Quadri e quindi anche il numero di prese realizzate viene abbassato a 12.

Qui c’è qualcosa che scompone un po’ il vostro reporter. Supponiamo che nel finale il dichiarante avesse sbagliato inferenza e che Sud avesse QuadriQ109 e una Cuori in meno. A questo punto 7Picche sarebbero cadute di due prese e nessuno avrebbe chiamato il Direttore. Sembra un po’ ironico che il dichiarante non possa sapere che se riuscirà a realizzare 13 prese il suo contratto verrà corretto a 6Picche, in modo da poter giocare 7Picche-1 in sicurezza!

Traduzione a cura di Francesca Canali