Dal Bollettino degli European Open Championships 2013 di mercoledì 19 giugno 2013:

Nel dimenticatoio (Articolo di Barry Rigal)

A volte le migliori storie hanno una sbavatura proprio nel finale.
Barry Myers mi ha raccontato questa mano nella quale al contempo ha recitato il ruolo dell’eroe e del tonto.

Al terzo giro Myers ha sperimentato un 2Cuori che voleva significare appoggio a Fiori con indicazione di attacco, ma il suo compagno non ha colto.

I difensori hanno attaccato con un onore di Picche e sono tornati in Atout.
Myers ha preso in mano con la CuoriQ e ha smontato l’FioriA. L’avversario ha forzato il morto con un’altra Picche e ora Myers ha giocato il FioriK, che Nord ha tagliato, dando al dichiarante l’opportunità di dipingere il contratto.

Sul ritorno a Picche, tagliato dal morto, si è prodotto questo finale:

Barry Myers

Riuscite a individuare la strada per portare a casa sei delle ultime sette prese?
La linea vincente è giocare QuadriA, QuadriK e Quadri, tagliando con il CuoriJ, proprio come ha fatto Barry. Ora giocate CuoriA e Cuori, mettendo in mano Sud, che può solo tornare a Fiori verso la forchetta del morto.

Finale molto carino – e allora dov’è l’inghippo?
Date un’altra occhiata alle Picche. In realtà, al terzo giro di Picche Nord era uscito con il PiccheJ invece che con una piccola, e così era rimasto con il Picche6, non con il PiccheJ. Le Picche di Myers, 9 e 7, erano quindi le più alte e dunque avrebbe potuto semplicemente tagliare una Quadri, battere le Atout e reclamare +170.

Traduzione a cura di Francesca Canali