Il 2 Giugno 1946 i cittadini italiani sono stati chiamati alle urne per scegliere con un referendum a suffragio universale la loro forma di governo.

Con soli 16 board ancora da giocare, tutto ciò che rimane da svelare di questo Campionato è se, considerando il podio degli ultimi 8 anni, vincerà Lavazza per la quarta volta o Fornaciari per la quinta.

Quest’unico dubbio è dovuto al fatto che ieri Lavazza ha leggermente frenato proprio mentre Fornaciari accelerava.

I torinesi hanno vinto contro Guariglia per 25-5 e hanno sconfitto Failla per 20-10, ma poi hanno perso contro Zenari, 17-13.
Nel frattempo, gli emiliani hanno vinto contro Nardullo (18-12), pareggiato contro Guariglia (15-15) e soprattutto ottenuto una vittoria piena contro Failla (25-0).

L’effetto è che fra Allegra, prima in classifica, e la sua rivale Reggio Emilia ci sono solo 5 punti.

Intanto siccome queste due formazioni hanno accumulato molti punti, metà classifica è a rischio retrocessione (effetto spread).

I pochi VP che separano le contendenti fra loro assicureranno un incontro emozionante, anche se poi sarà uno dei soliti a regnare.
E comunque non bisognerebbe parlare di scettri proprio oggi…