AUSTRIA ha dominato lo Swiss di qualificazione del Campionato Europeo a Squadre Miste, ma anche AUT-NED, gli avversari della finale, avevano staccato il biglietto utile a giocarsi l’oro con buon anticipo.

Nello scontro valido per il titolo non c’è stata storia: NET-AUD ha vinto il primo dei due tempi di 10 smazzate per 37 IMP, e ne aggiunti di più per vincere con un margine amplissimo.

Ostenda vincitori misto

I vincitori hanno avuto la meglio in tutte le mani pesanti – e ce n’erano molte – incassando ben due swing da 17 IMP (uno per tempo). Il sestetto che è salito sul primo gradino del podio era del resto composto da giocatori ben abituati a trovarsi lì: l’austriaca Jovanka Smederevac vanta un titolo olimpico e tre europei (e due tornei nazionali misti vinti insieme a me 🙂 ), l’olandese Martine Verbeek una Venice Cup e due “europei”, Ricco van Prooijen una Bermuda Bowl ed un titolo europeo, Marion Michielsen una lunga teoria di “europei” e “mondiali” juniores (era nella categoria fino a tre anni fa), ed anche un paio di titoli italiani a Squadre Miste (con la squadra Lavazza, l’ultimo poche settimane fa), Huub Bertens un bronzo nella Bermuda Bowl e molti piazzamenti di prestigio. Insomma, un gruppo di veri campioni, e dei degnissimi detentori di questo titolo.

Argento ad AUSTRIA: Iris Grumm, Arno Lindermann, Martin Schifko, Terry Weigkricht, Frederic Girardot
e Bronzo a SCHALTZ: Nadia Bekkouche, Peter Fredin, Dorthe Schaltz, Peter Schaltz.

Anch’esse con nomi gloriosi tra i componenti.
Tra i nostri si è comportata benissimo BRENO (Romain Zaleski, Cristina Golin, Massimo Lanzarotti, Andrea Manno, Gabriella Olivieri, Francesca Piscitelli) (quella che, come previsto, avevo dimenticato ieri!), ottava, e niente male anche CARDINE (Monica Buratti, Lorenzo Lauria, Carlo Mariani, Cristiana Morgantini) (15°) e CAMEO (Mila Biagiotti, Giorgio Cameo, Antonio Montanari, Simonetta Paoluzi) (38°). Le altre quattro, invece, sotto media.

La più grande soddisfazione ci è venuta dalla classifica Butler, vinta dai nostri Andrea Manno e Francesca Piscitelli (BRENO), coppia giovane nei componenti, e di freschissima formazione, ma già capace di imporsi nell’ambito di un campo di gara davvero durissimo.