Ciao Maurizio,
ti chiedo una cortesia perchè ho avuto molte contestazioni per la seguente decisione.
Mano 9 Simultaneo GP di giovedì 9 Maggio 2013:
disacco_2013_24_05_M1disacco_2013_24_05_L1

Al termine la giocatrice in Ovest mi dice che ha ritenuto che il suo QuadriK secco non facesse gioco, visto il Contro, e ha perso lo Slam.
Ho pensato che il Contro di Nord avesse le caratteristiche di una psichica e ho attribuito un 40/60.
Gradirei la tua opinione.
Grazie.
Carlo Cenni (CNL034, Bridge Bologna Rastignano)

Ciao Carlo,
mi è impossibile rispondere nel merito, perché mi mancano degli elementi fondamentali, che l’arbitro aveva il dovere di investigare (interrogando il protagonista).

Farò quindi delle ipotesi:

  1.  Il “Contro”, effettuato da un esperto, è stato fatto allo scopo di ingannare gli avversari in merito alla posizione delle Q. Allora la tua decisione è giusta.
  2.  Il “Contro”, effettuato da un giocatore non più che medio, aveva lo scopo di indicare lunghezza nel colore. Non si tratta allora di una psichica.

Cari Saluti, e indipendentemente dalla mano (quale sia, delle due, la risposta che si adatta al tuo caso), complimenti per questo tuo continuo lavoro di documentazione.