Senza demenziale

Torneino su BBO, ultimo tavolo. La fortuna ha soffiato nelle vele e, senza merito, mi trovo al tavolo 1 con la mia compagna, toscanaccia tutto pepe con cui gioco non di rado ma praticamente senza accordi, come capita spesso su web. Il pregevole software mi consegna

Picche Q965  Cuori A982  Quadri 10  FioriAKQ2

Terzo di mano in zona, tutti passano. Dovrei aprire di 1Fiori, naturalmente, ma ho voglia di muover carte io e  invento l’apertura di 1SA non proprio ortodossa.

Sul 2Fiori della compagna mi trovo però in difficoltà: quale diavolo di Stayman, o magari Puppet, stiamo giocando?
Alla fine provo a dire 3Fiori incrociando le dita: la scaramanzia non serve perché mi ritorna il 3SA.

Inutile cercare di raddrizzare la licita: subisco e Passo, sicuro che stiamo giocando un contratto sbagliato (o cercava un nobile e chissà per cosa ha preso il 3Fiori, o cercava il massimo ed evidentemente non lo ha trovato).

La licita è pertanto stata:

Su attacco piccola Picche però il morto è migliore di quello che mi merito:

Contratto 3SA – attacco Picche2

Con 9 punti, una quinta e qualche plusvalore la dirimpettaia poteva ben dire 3SA subito e risparmiarmi qualche brivido.

Ebbene, se la Fiori fosse divisa avrei le mie 9 prese senza soffrire.
Rigioco subito Picche: Est scarta il Cuori4 e Ovest fila.
Sono al morto e ora non può costarmi niente un colpo in bianco a Cuori: se mi faranno saltare uno dei due Assi rossi smonterò l’PiccheA e poi proverò le Fiori.

Faccio girare il Cuori10, prende Ovest di J e torna purtroppo con il Quadri3, costringendomi a una decisione prematura.

Se non metto l’Asso rischio di non farmelo più; e se lo metto la linea diventa obbligata: devo per forza forzare la Picche e verificare le Fiori, perché la difesa sta liberando troppe prese.

Mi secca un po’ infilarmi in una linea di gioco fumosa quando 9 prese potrebbero essere sul tavolo, ma al momento mi sembra improbabile che la Fiori sia 3-3: Ovest ha 5 Picche, qualche Cuori (Est ha filato il 10 con serenità, con K-Q avrebbe avuto qualche problema) ed è tornato con una Quadri piccola, che non sembra marcare un doubleton.
E poi comunque l’QuadriA qualcuno me lo dovrebbe portare nel finale, si spera, perché è difficile per la difesa immaginare il singolo.
Il 10 che giocherò al primo giro potrebbe suggerire addirittura la possibilità che le Quadri siano franche, e questo potrebbe condizionare il prosieguo.

Decido di stare basso, Est acciuffa col QuadriK e torna piccola Fiori.
Prendo di Asso (Ovest mette un fastidioso 9) e finalmente costringo il cocciuto Ovest a spendere il suo PiccheA, mentre Est scarta un’altra Cuori, il 5.

Ora il ritorno a Quadri mi costringerebbe a una decisione irrevocabile fra impasse e divisione delle Fiori, ma ho la speranza che Ovest, se è partito con 3 carte con o senza Q, non ci tornerà temendo la sfilata del seme, e infatti non lo fa.
Tuttavia non torna Picche ma piccola Cuori, su cui Est mette il CuoriK e io prendo di CuoriA.

La situazione:

Ora posso affrancare una Cuori perché manca solo la Q all’appello, ma non mi serve: sarebbe la quarta presa della difesa, e quasi sicuramente la vincerebbe Ovest che tornando Picche mi inchioderebbe in mano a sperare nel miraggio della famosa Fiori divisa.
Forse Est sbaglierebbe a tenere, su 3 giri nei nobili, ma ormai non credo che mi sia necessario il suo errore: ha sguarnito il CuoriK, quindi nei minori sta conservando ferocemente qualcosa di importante.
Provo a incassare le Fiori, e come previsto Est ha la quarta, ma le sue altre carte devono essere Quadri.
Riscuoto anche la PiccheQ e gioco l’ultima Fiori: Est prende e deve portare le ultime due Quadri al morto.

La mano completa era piuttosto avvelenata:

Se Ovest non fosse tornato Cuori avrei dovuto io battere l’Asso per togliere a Est la carta di uscita: precauzione ovvia a quel punto.

Entrambi i difensori avrebbero potuto battere la mano. Di Ovest abbiamo detto: dal canto suo Est prendendo astutamente con il QuadriK ha di fatto confuso solo il compagno.
Inoltre i suoi scarti nel finale non sono stati indovinati: d’altra parte per battere la mano avrebbe dovuto tenere tutte le quattro Fiori e il CuoriK scortato da una cartina, e quindi seccarsi la QuadriQ fuori impasse. Sinceramente, voi l’avreste fatto?

La morale è che molti giocatori sono pronti a deviare dalla norma e aprire di 1SA con distribuzione non canonica, quando sembra loro che si tratti della miglior descrizione della mano (lasciamo perdere il demenziale caso specifico), ma poi facilmente se ne scordano controgiocando contro la stessa apertura. Meditate, gente.