Giovanni AlbamonteL’asd Bridge Palermo ha organizzato un torneo a squadre dedicato alla memoria di Giovanni Albamonte, la cui scomparsa, due anni fa, ha lasciato in tutti noi rimpianto e dolore incancellabile.

Il torneo ha avuto un notevole successo, registrando la partecipazione di 16 squadre, che rappresentavano il meglio del bridge palermitano.
Dopo un girone all’italiana e la semifinale a quattro, sono rimaste a contendersi la vittoria le due squadre forse più legate al ricordo di Giovanni: la squadra di Mauro Lo Monaco, che, con Giuseppe Barbaccia, pur giovani d’età, ormai da decenni forma la coppia “regina” del bridge palermitano, con i giovani Massimiliano di Franco, Eugenio Mistretta, Riccardo Rubino e Gabriele Zanasi.
Nell’altra squadra i genitori di Giovanni, Donio e Giusy Albamonte, hanno voluto gli altri giovani amici del figlio, Caterina Burgio e Andrea Manno, con Giacinto di Martino e Beppe Mistretta.
Al termine delle 30 mani previste, il risultato era di assoluta parità e solo dopo tre mani di spareggio ha prevalso la squadra Albamonte, per un 5Cuorix e realizzato da Beppe Mistretta; all’altro tavolo contro gioco più distratto ma dichiarazione più prudente: 4Cuori+2.

Quattro dei giocatori impegnati in finale (Massimiliano Caterina Riccardo e Gabriele) hanno poi vinto la medaglia d’argento a squadre al Campionato Under 26 a Riccione, ma, se consideriamo che anche Andrea Manno e i fratelli Mistretta sono da poco “ex” juniores non possiamo che rallegrarci per il bridge palermitano!