Ciao,
vorrei sapere se la decisione arbitrale è conforme alle regole oppure no.
Questi i fatti:
• Simultaneo nazionale.
• Il risultato ottenuto al tavolo è stato 6Cuori+1 con un punteggio di 1460.
• L’arbitro è stato chiamato al tavolo perché una delle due coppie si è ritenuta danneggiata dalla licita avversaria.
• Dopo l’esposizione dei fatti, sia l’arbitro che le due coppie concordano di modificare il risultato in 6Cuori con un punteggio di 1430.
• L’arbitro pone la sua firma accanto al risultato modificato.
• Alla fine della serata non è possibile redigere la classifica per motivi tecnici.
• Il giorno dopo a tarda sera esce la classifica e la mano in questione ha il punteggio modificato di 1460.
• L’arbitro dice di essere ritornato sulla decisione dopo essersi consultato, il giorno dopo, con un altro arbitro.
Grazie
Patrizio Verdecchia (VRZ004, In Bridge Tolentino)

Caro Patrizio,
se la domanda fa semplice riferimento alla liceità del comportamento arbitrale, allora la risposta è che sì, l’arbitro ha il potere di modificare una sua precedente decisione.
La modifica va notificata agli interessati, perché gli stessi possono sollevare obiezioni, ma, nel vostro caso, questo diritto decorreva comunque dal momento nel quale avete realizzato il cambiamento.
Se, invece, intendeva avere un parere sulla bontà della decisione finale, dovrà allora fornirmi tutti gli elementi mancanti, quali il diagramma completo della mano, la licita ed il gioco.